Michael Genest
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Crystal Fantasy (Sona Gaia, 1984) ***
Ascension (Sona Gaia, 1986) ***
Riddle Of The Sphinx (Sona Gaia, 1989) * with Anton Mizerak
Harmonic 33 (Sona Gaia 251, 19##) *
Links:

Ex chitarrista rock, Michael Genest abita nel nord della California, nei pressi del Mt Shasta, dove intraprese lo studio degli strumenti elettronici.

Ispirandosi agli acquerelli "ambientali" di Brian Eno, alle fantasie melodiche di Michael Oldfield e ai poemi "cosmici" dei Tangerine Dream, Genest coniò con la Crystal Fantasy uno stile elettronico che è al tempo stesso solenne e suadente. La maestosa sacralità di Most Holy Trinosophia e Keepers Of The Flame si stempera nelle danze in punta di sequencer di Octavia e Sacred Temple Dance. L'epica nonchalance che ne risulta conduce in un viaggio immaginario il Mystic Wanderer attraverso una sequenza di melodie minimaliste in quieta e assorta progressione, da Crystal Fantasy a Radiant Rainbow Prism.
Ciò che contraddistingue questi minuscoli poemi tonali è il timbro cristallino dell'elettronica, a causa del quale le armonie danno un'impressione di eterea fragilità. Questa gentilezza e questa eleganza da cortigiano fanno di Genest soprattutto un impressionista, uno dei più realisti della new age elettronica. In tal senso la parte più personale della sua arte non sta tanto nei ritornelli ma nei piccoli acquerelli luccicanti di Sunrise, Magical Iridescence, Reflections On A Moonlit Stream.

Ascension, con l'aiuto di Peter Buffett, mette ordine nel metodo, ricorrendo al languore orientale per Garden Of Ecstasy e Angel Presence e alla grandiosità di Vangelis per Ascension. Il grosso delle visioni mitologiche di Genest si manifesta però in ritornelli meccanici, da carillon, come Pegasus e Shangrila, o in pannelli cosmici come Island Of Paradise. Diluiti nella tintinnante tecnica minimalista di Genest, si fanno largo anche i temi struggenti di Ancient Phophecies e Open Door.

Genest ha la prerogativa di nascondere le melodie nei volteggi dei sintetizzatori e nelle danze dei sequencer, riducendone così al minimo l'impatto emotivo.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
What is unique about this music database