Lothar Krell
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Sinnfonie Fur Amphitrite (Blue Flame, 1991) ***
Echnaton's Return (###, 1994) *** with Lenny MacDowell
Links:

Lothar Krell è un musicista elettronico di Francoforte che ha il merito storico di aver registrato (quando militava nei Supermax, nel 1980) uno dei primi hit basati sul suono del sintetizzatore (Love Machine). Krell avrebbe poi fatto parte dei Tokyo (tre album) e infine avrebbe avviato una fortunata carriera come produttore (scrivendo anche le musiche per diversi successi intestati ad altri) e autore di colonne sonore ("Singles" fra gli altri). Nel 1988 entrò a far parte degli Jojo, un'altra formazione di synth-pop. Finalmente l'anno dopo ebbe l'occasione di fare da protagonista ciò che aveva fatto per tanti anni da comprimario: per uno spettacolo multimediale compose una sinfonia elettronica su Anfitrite, dea del mare.

Dopo l'impasse opprimente dell'ouverture Return Of The Goddess, l'elettronica si spalanca nel crescendo radioso e cantabile dell'Hymn (che ricorda i suoi successi di classifica). Quella dicotomia rimane lo scheletro della partitura, che oscilla fra la fanfara trionfale di Festival Of The Elements e il pop-jazz per sassofono di Flaming Tower senza mai riuscire a decidere un'identità definitiva. Krell, oltre che un sopraffino melodista, è maestro nel produrre suoni ai confini estremi dell'immaginazione (il tintinniio di campanelli subacquei di Through The Labyrinth Of Tears, gli effetti onirici di Tunnel Of Glass). Ai numeri "spaziali" sono alternati brani da discoteca, come Trident's Flight e Duel Of Lightning.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
What is unique about this music database