Kurt Riemann
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Electronic Nightworks (Innovative Communications, 1983) *
The Wizard Of Oz (Nightworks, 1985) *
Gaia (Nightworks, 1989) ***
Alaska (Nightworks, 1993) *
Links:

Kurt Riemann, dal suo enclave in Alaska, ha realizzato diverse partiture elettroniche, ma ha pagato l'isolamento con una certa sterilità discografica.

Dopo gli Electronic Nightworks sulla falsariga di Wendy Carlos (poche le composizioni originali, nel festival di Bach e Ravel), tornò alla ribalta con un'opera dedicata alla Terra, Gaia, arrangiata in maniera lussureggiante, campionando i suoni della natura e simulando gli strumenti dell'orchestra. Fra le cornici atmosferiche di Dawn e Apotheosis si susseguono dodici "cartoline" psicologiche. Riemann dà una sua personale interpretazione della world-music (l'australiana Dreaming, l'araba Oasis e la balinese Bali/Cicada) e qua e là rispolvera le sue influenze classiche (Distances e Evolution), ma eccelle soprattutto nell'affresco "cosmico" alla Schulze di Arctic Light.

Alaska perfeziona uno stile elettronico nella tradizione di Vangelis.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
What is unique about this music database