Lakshminarayana Shankar
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

Lakshminarayana Shankar, nato a Madras nel 1950, ma educato negli USA dal 1969, venne scoperto giovanissimo da John McLaughlin quando suonava in trio con i fratelli L. Vaidyanathan e L. Subramaniam. Shankar suonava un violino modificato da lui stesso per riuscire ad esprimere le tonalità della musica classica indiana.

Dopo essersi fatto le ossa negli Shakti, intraprese una carriera solista, che in India fu prevalentemente di musica classica e negli USA di musica popolare più o meno affine al jazz (ma anche di session-man per Frank Zappa, Peter Gabriel e David Byrne). Il suo strumento preferito è un doppio violino elettrico a dieci corde.

Nel 1982 formò il gruppo rock Sadhu (poi ribattezzato Epidemics) con il tastierista inglese Caroline.

Shankar e la sua One Truth Band sono stati dei riferimenti monumentali per l'assimilazione della musica indiana nella musica occidentale. Accanto a opere di musica classica indiana come Who's To Know, Shankar ha realizzato lavori con musicisti jazz: Vision, con Jan Garbarek (sassofono) e Palle Mikkelborg (tromba), Pancha Nadai Pallavi, che contiene un suo lungo assolo e una jam con McLaughlin, Hussain e Vikku Vinayakram.

Con suo padre al violino, sua sorella al canto, Hussain alle tabla, Vikku Vinayakram alle percussioni ghatam e Caroline al canto e al tamboura esegue l'austero Nobody Told Me e il raga di cinquantun minuti Soul Searcher. Hussain e Vinayakram compaiono anche sul più occidentale e jazzato M.R.C.S. e su Raga Aberi, in un certo senso proseguendo l'esperienza di Shakti.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
What is unique about this music database