George Winston
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Piano Solos (november 1972 - Takoma, 1972) *
reissued as Ballads And Blues (Windham Hill, 1981)
Autumn (Windham Hill, 1980) ****
Winter Into Spring (Windham Hill, 1982) **
December (Windham Hill, 1982) *
Velveteen Rabbit (Dancing Cat, 1984) *
This Is America Charlie Brown (###, 1988) *
Summer (Windham Hill, 1991) *
Forest (Windham Hill, 1994) *
Sadako And The Thousand Paper Cranes (###, 1995) * soundtrack
Linus And Lucy (Windham Hill, 1996) *
Night Divides The Day (RCA, 2002) *
Links:

George Winston (1949), un pianista scoperto da John Fahey nel 1975, si affermò con la trilogia di Autumn (june 1980), Winter into Spring (march 1982) e December (october 1982) come il più caratteristico solista della new age.

Le composizioni di quegli album erano lunghi excursus sentimentali strutturati secondo la forma arcinota e arci-sfruttata della fantasia melodica, con l'ambizione di descrivere gli stati d'animo derivati dall'osservare quelle manifestazioni della Natura. Calme e composte, facili e anonime, romantiche e jazzate, quelle suite annullavano qualunque valore estetico, conferendo alla musica un ruolo di puro sottofondo. Arrangiate per di più per un solo strumento, il pianoforte, sostituivano alla complessità della composizione (limite ambito dall'avanguardia tradizionale) la facilità di ascolto, sovvertendo tutti i canoni dell'arte progressiva.

Non a caso sarebbe approdato all'album di rivisitazioni classiche, in cui propina i ritornelli più celebri facendone regredire le armonie a livelli da cocktail lounge.

Il meglio del suo canzoniere si trova su Autumn. Lo svolgimento di Colors è quasi in contraddizione con il suo titolo, perché i "colori" li lascia soltanto intuire, sembra negarli di continuo man mano che li richiama alla mente. Longing, che dovrebbe essere una serenata romantica per cuori infranti, finisce invece per suonare come un'operazione post-moderna di "decostruzione" di uno stereotipo, per cui alla fine l'ascoltatore ha in mano tutti gli elementi sintattici dell'emozione di attesa, ma non l'emozione stessa. Che l'arte di Winston si avvalga in effetti di mezzi anche eruditi è dimostrato da Moon, che assimila tratti di ragtime e di jazz, e da Woods e Stars, venate di minimalismo. Ma il nocciolo della sua arte rimane la tradizione popolare, il vasto oceano della musica folk americana.

L'obiettivo di Winston è un misto fra l'evocare stati d'animo e il crearne di nuovi: il pianismo di Winston in fondo creò proprio questo "paradigma" di musica che trasforma uno stato d'animo facendo riferimento ad altri, ideali, stati d'animo.

Winter into Spring presenta già uno stile più duro e sofferto, dalla spigliata romanza di Raindance alla sonata concettuale di February Sea, con un momento di felice distensione in Venice.

Sono brani in cui Winston mescola sapientemente il pianismo swing degli anni '30, il pianismo blues di New Orleans degli anni '50, il pianismo minimalista degli anni '70 e l'intera tradizione folk.

Molto più banale e sentimentale risulta December, dedicato a cantici natalizi da caminetto, come Thanksgiving. Altrettanto disimpegnato Summer.

Winston è responsabile di uno degli aspetti più deteriori della new age: quel riciclare banalità all'infinito con il pretesto del relax e della meditazione. Ma la sua opera ha realizzato una fusione storica fra i diversi generi (leggeri e classici) che si servono del pianoforte. Se l'idea venne presa di sana pianta da Keith Jarrett, lo stile di Winston è molto più umile: ha poco della tradizione jazz e semmai qualcosa della tradizione blues e folk.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Forest (Windham Hill, 1994) and Plains (Windham Hill, 1999) opened a new trilogy, devoted to landscapes.

Linus And Lucy (Windham Hill, 1996) is a tribute to pianist Vince Guaraldi, and Night Divides The Day (RCA, 2002) is a tribute to the Doors.

(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

What is unique about this music database