Al Green
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

Il paranoico e sibillino Al Green, ultimo grande esponente della scuola di Memphis, erede di Redding e Cooke, venne scoperto nel 1969 da Willie Mitchell. Green aveva l'atteggiamento, raffinato ed effeminato, idoneo ad imporsi come sex-symbol, ma anche doti vocali superlative. Con un favoloso controllo di timbro e volume, la sua voce vellutata si librava in gridi estatici, lamentosi o selvaggi, largamente improvvisati, cha da soli costituivano conturbanti fantasie sessuali.

Dal 1971 al 1976 vendette 30 milioni di dischi, fra i quali Tired Of Being Alone (1971), scritta da lui stesso, e tutte quelle scritte da Mitchell per lui: Let's Stay Together (1971), Look What You Done To Me (1972), I'm Still In Love With You (1972), You Ought To Be With Me (1972), Call Me (1973). Green scrisse Here I Am (1973), Mitchell scrisse Sh-la-la (1974). Tutti erano costruiti con la formula della voce fluttuante sulla distesa di archi e fiati.

Questo stile cremoso e variegato, che puo` sembrare semplicemente un anonimo bubblegum per neri, era in realta` una sintesi delle due mainstream del soul: quella "cool" di Chicago e quella "hot" di Memphis. Tanto la sua musica quanto la sua immagine erano infatti molto conservatrici, e in un certo senso Green rappresento` soltanto l'apoteosi finale delle contraddizioni insite nel gospel secolare, innanzitutto quella fra il sesso e dio.

Negli anni seguenti il repertorio si fece piu` sperimentale: lo shuffle Take Me To The River (1974), scritta da lui e la piu` rifatta dai posteri, fu seguita da brani sempre piu` lontani dal soul, come Love Ritual (1975) e Full Of Fire (1976).

Nel 1974 la sua ragazza gli brucio` il volto con l'acqua bollente e poi si suicido'. Questa disgrazia, sommata ad un grave incidente sul palco, venne interpretata da Green come un segno divino: abbandonate le scene, il divo si diede percio` alla predicazione e alla musica sacra.

L'album Belle (1977) sanci` la sua emancipazione da Mitchell.

Mitchell's raw and basic southern-soul productions also propelled the erotic hymns of Al Green: Green's own Tired Of Being Alone (1971) and Mitchell's Let's Stay Together (1971), Look What You Done To Me (1972), I'm Still In Love With You (1972), as well as Green's own Take Me To The River (1974). These productions expressed the ultimate contradiction of soul music, the tension between sex and God.
If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
What is unique about this music database