Diana Ross
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

Diana Ross, una ventenne pelle e ossa del ghetto di Detroit che da quattro anni calcava le scene con un tipico gruppo vocale da high-school, venne ad impersonare dal 1964 l'immagine della ragazzina ye-ye della Motown.

Le Supremes furono studiate a tavolino da Gordy in persona per essere il gruppo crossover da hit a catinelle. Il successo inter-classista venne come preventivato, e nei sei anni della loro convivenza le tre Beatles nere in gonnella infilarono una serie (senza precedenti per la musica nera) di dodici n. 1, curati personalmente dal trio H-D-H, fra cui Where Did Our Love Go e Baby Love nel 1964; Stop In The Name Of Love e I Hear A Symphony nel 1965; My World Is Empty Without You e You Can't Hurry Love nel 1966; canzoni stellari che sono entrate di diritto nel patrimonio delle melodie piu` familiari d'America.

In tutti i loro dischi Diana Ross sembra cantare (con il suo tono candido, un po' freddo ed estatico, mai veramente emotivo) un ritornello che non finisce mai. La sua voce continua a fluttuare melodicamente sul motivo che si ripete all'infinito (tipica I Hear A Symphony), mentre le due compagne riempiono l'atmosfera di contrappunti adolescenziali.

Al mutare dei tempi Gordy stacco` la Ross dalle compagne e nel giro di pochi mesi le rifece la reputazione: da spensierata adolescente a matura sofisticata regina della canzone, erede di Billie Holiday.

Attrice, cantante e donna d'affari (sposo` il suo boss Gordy), Diana continuo` a sfornare un hit all 'anno, permettendosi persino nel 1981 di metter su ditta in proprio, piantando in asso Motown, marito e soul. I suoi nuovi successi, arrangiati con tanto di orchestra, fra cui la classica Ain't No Mountain High Enough (1970, di Ashford/Simpson), suo tour de force vocale, la patetica Do You Know Where Are You Going To (1975), il suo ritornello piu` tenero e melodrammatico (scritta da Gerry Goffin), i sette sensuali minuti di Love Hangover (1976, di Pam Sawyer-Marilyn McLeod), uno dei dischi che crearono la disco-music, e la novelty da ballo Upside Down (1980), testimoniano l'inalterata fedelta` al cliche' sentimentale dell'high-school e, sommati ai precedenti, le conferiscono il primato assoluto di n. 1 in America (diciotto). Nel 1983 il Central Park di New York si riempi` a dismisura (oltre il mezzo milione di persone) per un suo concerto gratuito.

The simple, infectious melodies of the Supremes embodied the romantic exuberance of the Sixties: Where Did Our Love Go (1964), Baby Love (1964), Stop In The Name Of Love (1965), I Hear A Symphony (1965), My World Is Empty Without You (1965), You Can't Hurry Love (1965). On her own, Diana Ross indulged in vocal tours de force for Ashford's and Simpson's Ain't No Mountain High Enough (1970), Gerry Goffin's Do You Know Where Are You Going To (1975), and Pam Sawyer's and Marilyn McLeod's erotic disco monolith Love Hangover (1976).
If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
What is unique about this music database