Francesco Guccini
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Folk Beat N.1 (1967), 5/10
Due anni dopo (1970), 5/10
L’isola non trovata (1970), 5/10
Radici (1972), 6.5/10
Stanze di vita quotidiana (1974), 5/10
Via Paolo Fabbri 43 (1976), 6/10
Amerigo (1978), 4/10
Metropolis (1981), 3/10
Guccini (1983), 3/10
Signora bovary (1987), 3/10
Quello che non ... (1990), 3/10
Parnassius Guccini (1993), 4/10
D’amore di morte e di altre sciocchezze (1996), 3/10
Stagioni (2000), 3/10
Links:

Italian singer-songwriter Francesco Guccini was an articulate sociopolitical chronicler in the vein of early Bob Dylan. Due Anni Dopo (1970) and L'Isola Non Trovata (1970) defined his lyrical and polemical persona, but it was Radici (1972) that crystallized his subtle emotional art and best portrayed his generation's mood. Stanze di Vita Quotidiana (1974) did not live up to that standard, but Via Paolo Fabbri 43 (1976) went close: it was another journey through the moral and material misery of Italian life. Amerigo (1978) Metropolis (1981) (Translation by/ Tradotto da Massimiliano Pugno)

Il Cantautore italiano, Francesco Guccini si è posto all’attenzione del pubblico come analista sociopolitico, nello stile del primo Bob Dylan. Gli album Due Anni Dopo (1970) and L'Isola Non Trovata (1970) rivelarono il suo stile musicale nonchè il suo personaggio polemico, ma è con Radici (1972) che si definisce la sua sottile abilità nel dipingere le emozioni e ritrarre i pensieri della sua generazione. Il lavoro successivo, Stanze di Vita Quotidiana (1974), non raggiunse lo stesso livello dei precedenti, a differenza di Via Paolo Fabbri 43 (1976), che descrive un altro viaggio attraverso le miserie morali e materiali della vita italiana. Amerigo (1978) Metropolis (1981).

What is unique about this music database