Beaver & Krause
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

Dai club d'avanguardia della California emersero alla fine degli anni '60 anche Paul Beaver (1925) e Bernard Krause (1940), un duo di sperimentatori che faceva parte di una più vasta popolazione di ensemble sui generis, post-psichedelici e pre-elettronici. Beaver aveva suonato le tastiere elettroniche sul disco Mort Garson, uno dei primissimi esempi del genere , e aveva realizzato la colonna sonora del film "The Magnetic Monster" con strumenti elettronici. Krause aveva inventato la chitarra-sintetizzatore nel 1967.

La loro prima opera, Ragnarok Electronic Funk (Limelight, 1969), pubblicata quando Beaver aveva gia` 44 anni, usa il Moog per costruire atmosfere drammatiche che talvolta sono complementate dal canto e talaltra da strumenti acustici. La title-track, Circle X, 33rd Stanza Of A Hymn rifuggono dal futurismo effettistico, dal rumore elettronico fine a se stesso, dal dadaismo provocatorio, e tentano invece di costruire una nuova sintassi musicale in cui trovino spazio anche i suoni "artificiali". In altri brani il Moog viene usato in funzione melodica (Changes) e in altri ancora il suo registro più surreale dà luogo ad armonie angeliche (Fountains Of The Dept Of Water & Power), anticipando nell'uno e nell'altro caso le più popolari maniere new age. Fra interludi classicheggianti (Interplay) e da musichall (Moogy Blues Funk) Beaver e Krause insegnarono ad usare il Moog per fare musica, e musica popolare, invece che solo rumore.
L'impatto del disco sul mondo del rock fu molto più duraturo di quanto ai tempi sembrasse. D'altronde già quell'anno stesso George Harrison in persona andò in pellegrinaggio da Krause a registrare l'album Electronic Sound.

Sull'album In A Wild Sanctuary (WB, 1970), con una strumentazione di tastiere, flauti e percussioni esotiche, il duo trovò la giusta misura in una fusion sofisticata di raga Indiano e musica classica, folk e psichedelica (Another Part Of Time), di elettronica pura e di melodie arcaiche (So Long As The Waters Flow), di world music (People's Talk) e di musica concreta (Walking Green Algae Blues) che, per quanto naif, sarebbe stata estremamente influente sulle generazioni future.

Sul successivo Gandharva (WB, 1971), registrato nella cattedrale di San Francisco nel gennaio e febbraio 1971 da una formazione aperta che comprendeva i musicisti jazz Gerry Mulligan e Bud Schank, il duo svario` invece dallo spiritual (l'assolo vocale di Walkin', il corale calligrafico di Walkin' By The River) a suite swinganti (Good Places per sassofono e organo a canne, Short Film per piccolo combo di sassofoni, arpe e chitarre), attenuando in tal modo l'impeto sperimentale degli esordi, ma mettendo anche a frutto quelle esperienze in un contesto più maturo.

All Good Men (WB, 1972)

I due classici vennero riediti su In A Wild Sanctuary/ Gandharva (Warner, 1993).

Beaver mori` nel 1975.

Il tastierista Bernie Krause ha dato vita all'"Habitat Series", in cui fotografa il suono di interi ecosistemi (Amazon Days/Amazon Nights) oppure compone collage di "voci" naturali (Gorillas In The Mix, per tastiere e versi di decine di animali).

Aveva esordito in proprio con Citadels (Takoma, 1979), una raccolta di sei composizioni per elettronica, percussioni esotiche e combo di jazz (fra gli altri, anche Peter Maunu alla chitarra e Andy Narell alle tastiere). Le danze scatenate di Festivals Of The Sun (con gli assoli solari del flauto di Mel Martin e della chitarra di Maunu) e Flight To Urubumba, il jazz africano dai toni infuocati di Jambo Jambo, l'inno caraibico di Citadel Ay Bobo (con lungo assolo di metallofono e coro di bambini) facevano in effetti prevedere una carriera al confine fra world-music e jazz-rock.

I suoi album comprendono: Equator (Nature Company, 1986), Nature (Nature Company, 1987), Gorillas In The Mix (Rykodisc, 1988), Meridian (Nature Company, 1989), Gorilla (Nature Company, 1989), Woodland Journey (Rykodisc, 19##), Green Meadow Stream (Rykodisc, 19##), Dawn At Trout Lake (Rykodisc, 19##), Natural Voices/ African Song (Wild Sanctuary, 1989), Amazon Days/ Amazon Nights (Rykodisc, 19##), Monkey Business (Rykodisc, 19##), Tropical Thunder (Rykodisc, 199#), Ocean Wonders (Rykodisc, 199#), Loons Of Echo Pond (Rykodisc, 199#). Notes From The Wild (Ellipsis, 1997).

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
What is unique about this music database