Eberhard Schoener
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Meditation , 7.5/10
Trance/Formation , 6.5/10
Bali Agung , 6/10
Flashback , 6/10
Video Magic , 5/10
Events , 5/10
Time Square (1981) , 5/10
Complicated Ladies (1983), 5/10
Sky Music/Mountain Music (1984) , 7.5/10
Spurensicherung (1985), 6/10
Eberhard Schoener System (1986), 6/10
Bon Voyage (1987), 6/10
Das Erbe der Guldenburgs (1989), 6/10
Trance Mission (1991), 6.5/10
Why Don't You Answer (1992), 5/10
Harmonia Mundi (1993), 6/10
Time Cycle (1994), 6/10
Palazzo dell'Amore/Cold Genius (1996), 4/10
Hey Mr Gentleman (1998), 5/10
Potsdamer Platz (1998), 6/10
Namaste-Puja (1999), 5/10
Beleza Negra/Eine Rache (2001), 6/10
Links:

Eberhard Schoener is a classical musician (first violin of the Bavarian State Opera House in 1960, supervisor of the Bavarian Opera from 1964 till 1968, founder in 1965 of the Munich Chamber Opera) who has utilized electronic keyboards to bridge the gap with the world of rock music. Eberhard Schoener e` un musicista classico (primo violino della Bavarian State Opera House nel 1960, direttore della the Bavarian Opera dal 1964 al 1968, fondatore nel 1965 della Munich Chamber Opera) che ha utilizzato le tastiere elettroniche per avvicinarsi al mondo della musica rock.
Die Schachtel/ The Box (Deutsche Grammophon, 1969) was recorded by an ensemble of soloists from the Orchestra of the Munich Chamber Opera. Destruction of Harmony (Ariola, 1971) was his first work for synthesizers. A Day's Lullaby (WEA, 1972) is performed by Schoener, Bruce Gambill and Joey Ely. Windows (EMI, 1974) is a collaboration between rock musicians (Jon Lord, Tony Ashton, David Coverdale, Ray Fenwick, Glenn Hughes, Pete York) and the Orchestra of the Munich Chamber Opera conducted by Eberhard Schoener. Sarabande (EMI, 1975) repeats the idea with a new cast of rock musicians (Jon Lord, Paul Karass, Mark Nauseef, Andy Summers, Pete York) and the Philharmonia Hungarica. (Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.

Schoener scoprì la sua vocazione musicale dopo un viaggio in Asia. Le sue impressioni vennero immortalate nella lunga suite Meditation (Schoener, 1973 - Kuckuck, 1982), in cui Schoener suona tutti gli strumenti. La parentela con le monumentali partitute di Klaus Schulze e Tangerine Dream è minima. Le sonorità che Schoener cava dai suoi sintetizzatori sono tetre e sinistre, persino sgradevoli. Poi le lascia morire piano piano, senza neppure provare a trovare un filo melodico, a vestirle di effetti sensazionali. Sembra la colonna sonora di un incubo in una catacomba più che di una meditazione. Ma proprio nei timbri inquietanti della sua elettronica sta il segreto della sua arte: più la musica si discosta dai tracciati consueti dell'elettronica mistica, più l'ascoltatore è portato a seguirla nelle sue labirintiche contorsioni. Onde oceaniche e om cosmici si compenetrano e lasciano l'impressione di aver trascorso una giornata in un giardino zen.

Bali Agung (EMI, 1975 - Kuckuck, 1980), con un percussionista, un chitarrista e un'orchestra gamelan, sposa i dimessi timbri alieni della sua elettronica a scale esotiche e a un approccio più percussivo. Quella di Tjandra, Nadi (dieci minuti) e Gong-Gede è una musica astrusa, dallo svolgimento imprevedibile, attenta ai dettagli più che all'insieme, tutto il contrario delle ariose e leggere divagazioni sul genere della new age.

Bastien und Bastienne (EMI, 1976) e Der Schauspieldirektor (EMI, 1976) contengono musica orchestrale. Trance - Formation (EMI, 1977 - Innovative Communications, 1991) usa chitarra elettrica (Andy Summers dei Police), basso, percussioni, l'orchestra sinfonica, un coro di monaci bambini e una cantante lirica. I pezzi brevi sono vignette atmosferiche di varia natura, ma Shape Of Things to Come cattura di nuovo per dodici minuti il fascino di Meditation. Trance - Formation e` invece un'opera insolita nella sua carriera per l'intensita` drammatica, quasi apocalittica, dell'elettronica, della chitarra e della voce.

Flashback (EMI, 1978) e` un'altra collaborazione fra rock (i Police) e classica (Orchestra of the Munich Chamber Opera). Il disco e` diviso in due: sei canzoni pop sulla prima facciata, e tre brani sperimentali (in particolare Rhine-bow e Magma) sulla seconda. L'esperienza venne ripetuta su Video Magic (EMI, 1978), con un cast simile (Eberhard Schoener alle tastiere, (Sting al basso, (Andy Summers alla chitarra, (Evert Fratermann alle percussioni, (Olaf Kuebler al sassofono e l' Orchester der Muenchener Kammeroper) ma senza gli esperimenti. Events (EMI, 1980) introduce un nuovo cast (Clare Torry, Ian Bairnson, Pete York, Morris Pert, Evert Fraterman, Olaf Kuebler, Steve Richardson, Roger Munns) e l'Orchestra Philharmonia Hungarica. Time Square (EMI, 1981) e Complicated Ladies (Phonogram, 1983) allargano il cast attorno a Esther Ofarim, ma non ricorrono all'orchestra.

I suoi poemi elettronici più ambiziosi sono quelli di Sky Music e Mountain Music, raccolti su Sky Music - Mountain Music (Celestial Harmonies, 1984), ardui e chilometrici lavori seriali per sole tastiere. La prima esplora "droni" in lento movimento generati da fischietti e campanelli appesi a uccelli lasciati liberi in un tunnel del vento (la "sky music" di cui parla il titolo"). La seconda, infinitamente più umana, respira misticismo orientale in un'atmosfera paradisiaca, ancora una volta ottenuta "remixando" uccelli ed elettronica.

Spurensicherung (Phonogram, 1985), Eberhard Schoener System (Phonogram, 1986), Bon Voyage (Phonogram, 1987), Das Erbe der Guldenburgs (Sony, 1989) tornarono pero` all'esperimento con l'orchestra. Trance Mission (Marlboro, 1991) presenta di nuovo un'orchestra gamelan (i due lunghi brani Shape of Things to Come e Trance-Formation).

Why Don't You Answer (Phonogram, 1992) e` una collaborazione con Hazel O'Connor.

Harmonia Mundi (Intercord, 1993) usa sia l'orchestra gamelan sia quella sinfonica. Time Cycle (Phonogram, 1994) usa un coro e musicisti dell'orchestra. Palazzo dell'Amore/Cold Genius (BMG, 1996) usa celebri cantanti (persino Andrea Bocelli). Hey Mr Gentleman (BMG, 1998) e` una collaborazione con Helen Schneider. Potsdamer Platz (BMG, 1998) usa di nuovo il coro e l'orchestra. Namaste-Puja (BMG, 1999) usa monaci e suore di un monastero buddhista in Nepal. Beleza Negra/Eine Rache (BMG, 2001) contiene due opere teatrali.

What is unique about this music database