Tonto's Expanding Head Band
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

Robert Margouleff e Malcolm Cecil, ovvero la Tonto's Expanding Head Band, furono il primo duo a realizzare un album interamente suonato con il sintetizzatore: Zero Time (Embryo, 1971). Cecil, contrabbassista inglese attivo fin dagli anni '50, aveva costruito con le proprie mani lo strumento polifonico che usarono.
Versione melodica del dadaismo di Subotnick e versione "alta" della tarda psichedelia astratta, la loro musica è lirica e immediata: si va dalle carovane orientali di Cybernaut (degna di un kolossal biblico) alle dissonanze occulte di Jetsex (degna del rock pneumatico dei Neu), dall'esuberante melodia in crescendo di Timewhys (che popolarizza il minimalismo di Riley) al descrittivismo "concreto" di Aurora (secreto da mantra tibetani), dal raga di Riversong alla malinconica, nostalgica aria di Tama, cullata dalle onde e dal vento.
E' un disco che anticipa diversi generi da venire del pop elettronico, e che costituisce una prima saldatura, per quanto naif, fra lo spiritualismo dei Sixties e il tecnologismo degli Eighties. L'umiltà e il gusto con cui semplici figure melodiche e ritmiche dei Moog vengono intrecciate in armonie di grande presa emotiva resteranno esemplari per generazioni e generazioni di musicisti new age.

It's About Time (Polydor, 1974) e` invece un disco molto piu` banale, che verra` riedito nel 1996, insieme a Zero Time, su un CD dalla (in seguito defunta) label Viceroy.

Robert Margouleff pubblicò anche Caldara (Kama Sutra, 1970), che di fatto proponeva la stessa musica con qualche strumento acustico in più.

I due verranno assunti da Stevie Wonder per arrangiare i suoi capolavori soul.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
What is unique about this music database