Chris & Cosey
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me. Quando Chris (Carter) e Cosey (Fanni Tutti, aka Christine Newby) lasciarono i Throbbing Gristle e diedero vita a un duo intitolato semplicemente Chris & Cosey, la musica industriale si spacco` virtualmente in due: da un lato i veri musicisti d'avanguardia (l'altra meta` dei Throbbing Gristle) e dall'altro i musicisti mediocri che avevano spacciato le loro carenze tecniche per musica d'avanguardia, e adesso, nelle vesti di professionisti, tentavano di spacciare per pop sofisticato le loro idee banali.

Sul primo album del duo, Heartbeat (Rough Trade, 1981), Carter sembra un Bill Nelson da cabaret, senza il filo di genio che possa illuminare la monotonia delle sue trovate elettroniche, e la cantante non troverebbe posto neppure in un complesso di periferia se non fosse cosi` fotogenica. Nei casi migliori (Just Like You, la title- track) Carter si limita a fotocopiare i Kraftwerk piu` morbidi, ballabili e commerciali. Il pretesto "industriale" e` poco credibile anche nei casi delle ritmiche piu` "metallurgiche" (Voodoo, Bust Stop). Lo spunto migliore (la nebulosa informe di Moving Still) e` l'eccezione non la regola.

L'album strumentale Trance (Rough Trade, 1982) e`, se non altro, meno sfacciato nella sua svendita di effetti elettronici (Cowboys In Cuba, Until) e un minimo piu` conscio delle potenzialita` dei ritmi sintetici (The Giants Feet e Re-Education Through Labour).

Il Creative Technology Institute e` invece un progetto inaugurato dai coniugi Carter nel 1982 per favorire spettacoli multimediali (ne registreranno un paio con John Lacey).

Cosey Fanni Tutti also released a solo cassette, Time To Tell (Flowmotion, 1983).

Dopo essere diventati epigoni di terza mano dei Depeche Mode con il singolo October Love Song, con l'album Songs Of Live And Lust (Rough Trade, 1984), in particolare i brani Walking Through Heaven e Tantalize, e con l'album Techno-Primitiv (Rough Trade, 1985), in particolare Hazey Days e Stolen Kisses, i due cominciarono a migrare verso lunghe danze elettroniche che fondono il techno e l'ambientale.

La stagione di Exotika (Nettwerk, 1987), con Dancing On Our Grave e la title-track, di Trust (Play It Again Sam, 1989), con Rise e Deep Velvet, di Pagan Tango (Wax Trax, 1991), con Synaesthesia, e di Muzik Fantastique (Play It Again Sam, 1993), con Fantastique ricorda vagamente il synth-pop di un decennio prima, appena rivisto all'insegna delle loro atmosfere "soft-porn" (liriche provocanti e bisbigli sensuali della cantante).

I dischi occasionali sono forse stati piu` creativi, in particolare quello dei Core (Nettwerk, 1988), con la collaborazione di Robert Wyatt, Boyd Rice, Peter Christopherson e tanti altri.

Carter ha anche registrato due album di elettronica malinconica, The Space Between (Industrial, 1980) e Mondo Beat (CTI, 1985). A Carter, piu` che alla consorte, vanno accreditati anche i lavori di Conspiracy International. Elemental 7 (1984) e` forse il suo capolavoro, oscillando fra musica industriale del genere abrasivo e ballabile (Dancing Ghosts), musica cosmica alla Tangerine Dream (Invisible Spectrum), musica ambientale alla Brian Eno (Wellspring of Life) e musica sacra new age alla Constance Demby (Temple Bar). Allotropy (Staalplaat, 1990), registrata nel 1987, e` una loro performance tipica, una lunga composizione che alterna musica cosmica, ambientale e industriale. I volumi della serie "Library Of Sound", Metaphysical (CTI, 1993), con brani avventurosi come Fire Trance e Soul Of Souls, Chronomatic (1994) e In Continuum (1995) propongono una musica ambientale piu` semplice.

Carter e` raramente riuscito a realizzare le sue ambizioni. E` riuscito meglio quando si e` limitato a suonare un convenzionale synth-pop per cantante sensuale ed eletronica melodica. In prospettiva i lavori di CTI sono piu` significativi.

Chris and Cosey reunited and added a third musician (Nik Colk Void) for the live Transverse (2012), credited to Carter Tutti Void (Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

What is unique about this music database