Dogmatics
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

, /10
Links:

A Boston, negli anni caldi della new wave, Jerry Lehane e Peter O'Halloran furono le teste pensanti dei Dogmatics, uno dei tanti gruppi dell'epoca impegnati nel Sixties Revival. Al loro attivo due album: Thayer St (Homestead, 1985) e Everybody Does It (Homestead, 1986). Il gruppo si sciolse dopo la morte del bassista.

L'epoca che il gruppo prediligeva e` quella dei garage (il rauco e strascicato sounds dei Seeds in MTV e in Pussy Whipped, con il riff marziale che i Suicidal Tendencies avevano usato per I Saw Your Mommy), ma il meglio viene dalle ricostruzioni che si spingono ancora piu` indietro, dal rockabilly febbricitante di Good Looking Girl e My Little Sister's Got A Motorbike, dal rock and roll acrobatico di Shithouse e Gimme The Shakes. E non a caso giu` per questa china i Dogmatics finiscono nel territorio dei Fleshtones, con Sister Serena, un'esuberante rhythm and blues cadenzato dal sassofono.
Accanto allo humour c'e` pero` sempre anche autentico epos. E` un misto di New York Dolls (inni blasfemi che si appoggiano a ritornelli impeccabili, a cori ubriachi e a rock and roll sferraglianti, come Hardcore Rules e Drinking By The Pool) e Bruce Springsteen (l'enfasi sempre piu` solenne, come nel boogie pianistico di Saturday Night Again).
Il restauro e` calligrafico, ma i Dogmatics non risparmiano sarcasmo e parodia per i loro idoli, e in particolare per gli idoli dei loro idoli (i "teen idols" ), continuamente citati e ridicolizzati. Le canzoni sfrecciano a tutto spiano, senza un attimo di pausa, ciascuna propulsa dalla giusta misura di melodia, ritmo e riff.

La loro opera e` stata riassunta su 1981-86 (Vagrant, 1997), comprendente tutte le sedici canzoni degli album e quattro inediti.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
What is unique about this music database