Hoodoo Gurus
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Stoneage Romeos , 7/10
Mars Needs Guitar , 6.5/10
Blow Your Cool , 6/10
Magnum Cum Louder , 6/10
Kinky , 6/10
Crank , 5/10
Blue Cave , 4/10
Links:

Gli Hoodoo Gurus furono un po' in Australia cio` che i Fleshtones furono in America: un gruppo di ragazzi scatenati che suonavano garage-rock con l'intensita` del punk-rock ma con un'affettuosa fedelta` al modello originale. Il gruppo, guidato da Dave Faulkner, saccheggio` senza ritegno il repertorio degli anni '50 e '60, reinterpretandolo con l'esuberanza e la verve degli anni '80.

A farne un'istituzione nazionale furono i quattro singoli del 1982-83 (Leilani, Tojo, My Girl, I Want You Back) e gli album Stoneage Romeos (BigTime, 1984), con James Baker alla batteria, Mars Needs Guitar (Bigtime, 1985) e Blow Your Cool (Bigtime, 1987).

Lo stile delle loro tirate rock and roll era spesso caotica e approssimativa come nei cartoon. Spopolano i rockabilly psicotici (Dig It Up, 1984; In The Echo Chamber, 1984; She, 1985; Hell For Leather, 1987), il garage-surf da party (Turn On, 1984; I Was A Kamikaze Pilot, 1984; Party Machine, 1987); ma senza disdegnare il powerpop con inflessioni beat, genere in cui sanno comporre melodie memorabili (Zanzibar, 1984; Bittersweet, 1985; In The Middle Of The Land, 1987; Good Times, 1987; What's My Scene, I Was The One, 1987). A questi brani bisogna aggiungere inoltre i numerosi singoli (Like Wow-Wipeout, 1985; Death Defying, 1985; Poison Pen, 1986), quasi tutti orecchiabili e trascinanti.

Il proseguio non sara` mai indecoroso, ma neppure geniale, con la chitarra di Brad Shepherd sempre in vista. Appena piu` commerciale Magnum Cum Louder (RCA, 1989), con Come Anytime e Axegrinder, e un'esagerazione sul fronte demenziale come Where's The Hit.

Electric Soup (RCA, 1992) collects the singles.

Kinky (RCA, 1991) e` un lavoro onesto, anche se poco originale, che annovera il punkrock di Brainscan, il garage-rock travolgente di Head In The Sand, il rock psichedelico di Miss Freelove '69, e il power-pop orecchiabile di Castles In The Air.

The Right Time e Crossed Wires sono le gemme del sesto Crank (RCA, 1994).

Blue Cave (Zoo, 1996) e` ancor piu` banale.

La loro musica-revival di serie B e` un altro ironico studio della "pop culture", meno barocco di quello dei Fleshtones, ma non meno divertente.

Brad Shepherd ha poi formato i Monarchs, con cui ha registrato Make Yer Own Fun (2002).

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
What is unique about this music database