Ed Kuepper
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Ed Kuepper: Today Wonder , 5/10
Honey Steel's Gold , 5/10
Black Ticket Day , 5/10
Serene Machine , 5/10
Character Assassination , 6/10
A King In The Kindness Room , 5/10
Frontierland , 5/10
Starstruck , 5/10
Cloudland , 6/10
The Blue House , 5/10
Smile Pacific , 5/10
Aints:
S.L.S.Q. , 5/10
Ascension , 6/10
Auto Cannibalism , 6/10
Shelf Life Unlimited , 6/10
Links:

Ed Kuepper, gia` chitarrista dei Saints, e` una delle personalita` piu` importanti del rock Australiano degli anni '80. Kuepper formo` i Laughing Clowns, che all'inizio erano un quintetto con sassofono e piano elettrico. Il primo EP (Missing Link, 1979) sfoggia una miscela insolita di acid-jazz e cabaret decadente .

L'umore si fece tetro invece sugli EP Sometimes (Prince Melon) e 3, e soprattutto sull'album Mr Uddich Schmuddich Goes To Town. Con Around The Table (Red Flame) e Law Of Nature (Hot) Kuepper pote` sperimentare con arrangiamenti sempre piu` anomali e difficili. Toltasi un'ultima soddisfazione con la tabula rasa di History Of Rock 'n` Roll Volume One, Kuepper devio` a partire da Ghosts Of An Ideal Wife e dalla sua solenne title-track verso un sound piu` controllato.

Nei successivi album a proprio nome Kuepper adotto` uno stile quasi folk, seppur senza rinunciare ai sassofoni. Electrical Storm (Hot, 1985), con Electrical Storm e Car Headlights, e Rooms Of The Magnificent (Hot, 1986), con Also Sprach The King Of Eurodisco, non riuscirono a far breccia, pur vantando costruzioni elegantemente innovative.

Ci riusci` quasi Everybody's Got To (True Tone, 1988), forte di un sound piu` elaborato e di ritornelli piu` orecchiabili come Not A Soul Around, Burned My Fingers, When There's This Party, ma anche di canzoni concettuali come Nothing Changes In My House e la malinconica title-track.

Kuepper inizia gli anni '90 con l'acustico e spartano Today Wonder (Rattlesnake, 1990), zeppo di cover dei folksinger degli anni '60 (ma contiene anche la versione originale di There's Nothing Natural), seguito con cadenza annuale da Honey Steel's Gold (Hot, 1991), e le sue melodrammatiche King Of Vice e title-track; Black Ticket Day (Hot, 1992), forte della lunga Blind Girl Stripper (nove minuti), del pop impeccabile della title-track e del blues dimesso di The Way I Made You Feel; Serene Machine (Hot, 1993), l'album piu` rilassato, quasi country-rock (When She's Down, Married To My Lazy Life); e Character Assassination (Hot, 1994), le cui By The Way, La Di Dah e Cockfighter gli trovano finalmente un pubblico. Il secondo verra` riedito in formato doppio-CD con un disco aggiuntivo di versioni acustiche.

Butterfly Net (Restless, 1994) e Legendary Bully (Castle Communications) sono antologie della carriera di Kuepper. Exotic Mail Order Moods (Hot, 1995) e` invece un album di cover. I was a Mail Order Bridegroom (Hot, 1995) e` una reinterpretazione in chiave acustica dei suoi brani preferiti.

Alla testa degli Aints ha tentato di proseguire l'epopea dei Saints, prima con un album, S.L.S.Q. (Hot, 1991), che semplicemente riproponeva canzoni dei Saints dal vivo e poi con Ascension (Hot, 1991), raccolta di sei lunghi brani un po' incerti nel ripercorrere il cammino del vecchio gruppo e nobilitati da velleita` free-jazz (non solo nella title-track, dedicata a John Coltrane, ma anche nella feroce It's Still Nowhere e in What's It Like Out There). Meglio Auto Cannibalism (Hot, 1992), con le lunghe You Can't Please Everybody (otto minuti) e Linda And Abilene (dieci minuti) trascinate dal sassofono di Tim Hopkins (di nuovo sei i brani in tutto), e meglio ancora Shelf Life Unlimited, che antologizza i tre precedenti.

If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.
A King In The Kindness Room (Hot, 1995), his most varied and daring album, from the electronics of Confessions Of A Window Cleaner to the jazz of They Call Me Mr Sexy to the dance groove of Pissed Off.

A second injection of complexity occurred with Frontierland (Hot, 1996), the album that introduced heavy doses of samples and electronics (Fireman Joe, The Weeping Willow, All Of These Things). Then came the instrumental trilogy of Starstruck (Hot, 1996), a collection of instrumentals, Cloudland (Hot, 1997), and The Blue House (Hot, 1998). Each one collects carefully arranged and atmospheric vignettes. Smile Pacific (Hot, 2000) is a return to a more classical format with some of his catchiest tunes ever. But little of consequence.

Knapsack On My Back captures a live 1997 performance in Germany.

This Is The Magic Mile (2005) is a three-CD anthology of Kuepper's career.

(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

What is unique about this music database