CIV
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Gorilla Biscuits: Start Today , 7/10
Set Your Goals , 6/10
Thirteen Day Gateway , 6/10
Links:

Dal 1986 al 1992 Anthony "Civ " Civarelli (o Civocelli) e Walter Schreifels (ex Youth Of Today) furono cantante e primo chitarrista dei Gorilla Biscuits, titolari del bruciante Start Today (Revelation, 1989).

Quando Civarelli si separo` dall'altra anima, porto` con se` il secondo chitarrista Charlie Garriga e il batterista Sammy Siegler e formo` i CIV. Il sound di Set Your Goals (Lava, 1995) oscilla fra l'"oi" saltellante della title-track e di Can't Wait One Minute More (l'hit che li rese celebri) e il punk-rock di sfondamento di United Kids, fra Sex Pistols (Boring Summer) e Clash (Choices Made), ma il progetto affonda troppo spesso in un hardcore un po' generico, facendo rimpiangere il vecchio gruppo.

Thirteen Day Gateway (Atlantic, 1998) e` prodotto in maniera piu` professionale e assordante. Civarelli sfodera un ritornello pop dopo l'altro e puntella le melodie con riff epidermici, secondo il paradigma che ha trasformato i Green Day in milionari. L'arrangiamento aggiunge quel tanto di fuzz, organetti, cori e cosi` via che basta per far concorrenza agli Oasis. Il riferimento sono i complessi del Merseybeat, del folk-rock e del garage-rock, rivisti nell'ottica punk che fu di Heartbreakers e Dictators.
L'effervescente power-pop Secondhand Superstar prende a prestito il riff di What I Like About You dei Romantics, un'armonia blues, un organo soul, le progressioni chitarristiche marziali del Merseybeat e la baldanza del garage-rock. Itchycoo Park scimmiotta Pushin' Too Hard dei Seeds (e il titolo e` dedicato a una canzone degli Small Faces). Il ritornello ancor piu` contagioso di Something Special fa leva sull'organo saltellante della musica surf, su un battito tribale, su un riff mostruoso e sul piglio del piu` viscerale rhythm and blues. Piu` che in canzoni punk-pop come Big Girl, che sono collage casuali di stereotipi della musica di consumo, il gruppo riesce simpatico negli eccessi selvatici (Them e Troggs piu` che Small Faces, Heartbreakers piu` che Dictators) di Haven't Been Myself In A While e nella mezza incursione nello ska-punk di Shout It.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Copyright © 2003 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
What is unique about this music database