Collective Soul
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Hints Allegations And Things Left Unsaid , 6/10
Collective Soul , 6/10
Discipline Breakdown , 4/10
Dosage , 5/10
Blender , 4/10
Links:

I Collective Soul sono il veicolo per la musica di Ed Roland, figlio di un predicatore battista di un paesino della Georgia (Stockbridge) con una laurea alla prestigiosa Berklee School Of Music di Boston. Dopo un lungo apprendistato, nel 1993 Roland indovino' con Shine il successo che li rese celebri.

L'album Hints Allegations And Things Left Unsaid (Rising Storm, 1994) fu di fatto una raccolta di canzoni scritte da Roland a prescidere dall'esistenza di un complesso. Stampato in umilta', l'album fini' per vendere invece un milione di copie e Shine rimase per otto settimane in testa alle classifiche.

La virtu' di Shine (composta nel lontano 1987) e' molto semplice: una melodia orecchibaile, accordata al "re" basso del grunge e suonata con il vigore del boogie sudista. Il secondo singolo, Breathe, tiene lo stesso accordo per tutta la canzone, ottenendo un effetto che e' al tempo stesso potente e sentimentale. La tradizione sudista si vede soprattutto nel calmo baccano delle chitarre sui brani piu' rock, da Scream a Wasting Time, che potrebbe essere il brano migliore (riff di prima qualita', sonorita' bluesy, epos alla Soul Asylum). Ma indubbiamente il forte del quintetto sono le melodie intricate, e non stupisce che Ed citi anche Elton John fra le sue influenze: ascoltare Reach e Goodnight Good Guy (un commosso addio al nonno che sta morendo di leucemia). L'altra innegabile qualita' del disco sta nella sua varieta', che spazia dal country-rock di Heaven's Already Here alle armonie vocali in stile Beatles di All, per finire nello strumentale Pretty Donna.

Il loro e' un AOR di classe, che fa leva su melodie impeccabili e su un sofisticato contrappunto. I testi sono zeppi di immagini religiose e le tre chitarre (Ross Childress e il ventunenne Dean Roland le altre due) obbediscono ai piu' virili standard sudisti. Da questo miscuglio di tradizione e modernita', di provincialismo e internazionalismo scaturisce un sound melodico che va controcorrente con il grunge di moda.

Collective Soul (Atlantic, 1995), il primo vero album del gruppo in quanto gruppo, contiene delizie melodiche in egual numero, ma e' sorprendentemente aperto da Simple, un brano rumoroso e fratturato che comprime funk, hip hop e heavymetal nello stile dei Red Hot Chili Peppers. Where The River Flows e` altrettanto trascinante. Il marchio di fabbrica e' pero' quello Smashing Young Man (cadenza da shuffle leggero e ritornello soul degno di Stevie Wonder), The World I Know (un'elegia appassionata, con tanto di sezione d'archi, degna di Cat Stevens) e Reunion (una specie di gospel sottovoce), tutti straripanti di autentico pathos del quotidiano. Fra tanti ritornelli orecchiabili non mancano saggi di southern-rock, come December, una ballad nella tradizione degli Allman Brothers che sfuma in una marcetta folkrock, con le percussioni esotiche di Shane Evans in bella evidenza. Gel e` il singolo che ha preceduto l'album.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Translation by/ Tradotto da Miguel Forti)

Disciplined Breakdown (Atlantic, 1997) gener=F2 i successi di Precious = Declaration e Listen. Fu una grande delusione, anche per il (basso) = livello di rock alla moda.

La loro abilit=E0 melodica fu riscoperta con Dosage (Atlantic, 1999), = sia sul lato romantico/patetico (Run) che sul lato hard rock/boogie = (Heavy, Tremble For My Beloved). L'aumento delle tastiere da parte di = Roland aggiunse almeno un elemento estetico ad una formula ormai = consunta.

Il problema di Blender (Atlantic, 2000) =E8 che la band non ha = personalit=E0, e tutte le citazioni da U2, Nirvana e Smashing Pumpkins = non possono crearne una. Un duetto con Elton John e alcuni ritornelli = stile Beatles danno propriamente forma al talento di Roland per un pop = "all'antica".

Discipline Breakdown (Atlantic, 1997) spawned the hits Precious Declaration and Listen. It was a major letdown, even for the (low) standards of mainstream rock.

Their melodic skills recovered with Dosage (Atlantic, 1999), both on the romantic/pathetic front (Run) and on the hard-rock/boogie front (Heavy, Tremble For My Beloved). Roland's increasing keyboard duties added at least an aestethic element to an abused formula.

The problem with Blender (Atlantic, 2000) is that the band has no personality, and all the citations of U2, Nirvana and Smashing Pumpkins can't create one. A duet with Elton John and a few Beatles-sounding refrains properly frame the Roland's old-fashioned pop talent.

What is unique about this music database