Eleven

(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Awake In A Dream (1992), 5/10
Eleven (1993), 6.5/10
Links:

Fra i promotori del crossover di Los Angeles gli Eleven spiccano per essere un trio di organo (Natasha Schneider), chitarra (Alain Johannes) e batteria (Jack Irons). Il nucleo originale del gruppo comprendeva Michael Balzary (alias Flea) e Hillel Slovak, entrambi destinati ai Red Hot Chili Peppers.

Il primo album Awake In A Dream (Morgan Creek) era ancora confuso e immaturo, ma il successivo Eleven (Thrid Rail) del 1993 mette a fuoco un sound al tempo stesso violento ed eclettico che si spinge ben al di la` della gioviale miscela dei Chili Peppers.
Il loro marchio di fabbrica e` la visceralita`: Crash Today fonde il ruggente urlo rhythm and blues di Johannes, una bruciante chitarra hardrock e un languido organo soul. A tratti sembra di riascoltare i Family, con la loro miscela di stilemi "neri" propulsa con la foga del rock and roll. Reach Out (che ruba la melodia di All The Young Dudes) e` forse il brano meglio costruito in questo genere. Se Let Down indulge invece nelle epidermiche cadenze funky di moda, se Slinky aggiunge per buona misura una dose di boogie sudista, e Yes, Alright approfitta cinicamente di una suadente melodia gospel, il forte del trio rimane la capacita` di scavare nel dolore, fino a lambire il granitico bluesrock di Janis Joplin in Towers (con Schneider che imita quel registro asfittico), fino a celebrare una sorta di requiem nell'epica Heavy. Il gruppo riesce a forgiare un "rumore" che e` tante cose e nessuna in particolare.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
What is unique about this music database