Elysian Fields


(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Bleed Your Cedar, 6/10
Queen Of The Meadow , 5/10
Dreams That Breathe Your Name (2003), 5/10
Bum Raps and Love Taps (2005), 5/10
Links:

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
Il sound sensuale e jazzato degli Elysian Fields (provenienti da Cincinnati, Ohio, ma stanziati all'East Village di New York) ricorda quello dei Mazzy Star, ma con la partecipazione di una chanteuse di cocktail lounge e di un'ombra del piu` notturno Lou Reed. Il chitarrista Oren Bloedow, il tastierista Ed Pastorini e la cantante Jennifer Charles compongono il tridente del complesso. Il registro alla Marlene Dietrich di quest'ultima e` la parte piu` visibile del tutto, ma le partiture anemiche e noir del quartetto di accompagnamento sono altrettanto fondamentali.

A rivelarli e` Bleed Your Cedar (Radioactive, 1996). L'atmosfera onirica di Lady In The Lake, il soffio impalpabile di Anything You Like, lo swing alienato di Parachute e soprattutto l'incubo psicanalitico di Rolling si reggono sul puntillismo dell'arrangiamento. Spingendo alle estreme conseguenze il country al rallentatore dei Cowboy Junkies, con il rombo funereo del basso a condurre la danza, la lunga Fountains On Fire trasforma quelle allucinazioni in mantra metafisici. Quando Charles abbandona le pose da donna "fatale", riesce persino a pennellare il gospel quasi a cappella di Off Or Out, su uno sfondo di accordi fantasmi di chitarra acustica e di sitar. La canzone piu` regolare e` Star, che semplicemente accentua quel tempo marziale e accelera quella melodia scialba che attraversano l'album da capo a piedi.

Queen Of The Meadow (Jetset, 2001) favors dark atmospheric mood pieces imbued with jazz, loitering at the border between trip-hop and Badalamenti scores. The depressed Queen Of The Meadow and Tides of the Moon are the centerpieces, although the gothic Fright Night and Hearts Are Open Graves are more emphatic and the catatonic Bayonne and Bend Your Mind and the spoken-word and chamber ensemble coupling of Dream Within A Dream almost steal the show.

Dreams That Breathe Your Name (2003) and Bum Raps and Love Taps (Naive, 2005) moved towards a more melodic approach within a noir atmosphere.

(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

What is unique about this music database