Matt Keating
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Tell It To Yourself , 5/10
Scaryarea , 6.5/10
Killjoy , 6/10
Tilt-A-Whirl , 6/10
Links:

Matt Keating inizio' cantando sui marciapiedi di Boston la sua malattia esistenziale, ma avvio` la carriera discografica dopo il trasferimento a New York.

Il bardo malinconico di Tell It To Yourself (Alias, 1993) non aveva grandi prospettive, ma se non altro aveva chiaro il proprio programma: Don't Suffer In Silence. Nacquero cosi` le vignette di Sanity In The Asylum, Show Me How e A Little Talk, che potrebbero servire come saggi sociologici. La sua voce tonda ma monotona non lo mette pero` particolarmente in vista.

Con lo stesso arrangiamento umile ma accordo, e lo stesso approccio solipsista alla canzone d'autore, il successivo Scaryarea (Alias, 1994) scodella qualche momento piu` vivace, dalla verve nello stile di Elvis Costello di Pull Some Strings al rave-up da garage di Your Other Face. Abbandonando un po' della sua ascetica coerenza, Keating approda anche a Boxed Inn e Opportunist, nel segno del folkrock stralunato di Robyn Hitchcock. Ricade nei suoi vizi depressivi a ogni pie' sospinto, ma questa volta c'e` da un lato il folk solenne di The Wrong God e Never Fit In, che sembrano cantate sull'attenti a salvarlo, e il modello di Neil Young che aleggia su Way To Go e A Naggin' Feelin' quando flirta con il suicidio. McHappiness, ritornello degno di Donovan bisbigliato su una delicata cadenza marziale, e` quasi una canzone da classifica. Keating e` maturato soprattutto sotto il profilo drammaturgico, forse anche perche' ha capito l'importanza di far leva sulle musiche.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

Mary Lou Lord recorded his That Kind Of Girl, that appears on the EP Candy Valentine (Alias, 1996).

Killjoy (Alias, 1997) is a dark and introverted work that explores a crack between Leonard Cohen's intimacy and Neil Young's neurosis (Killjoy, Fruit You Can't Eat).

(Translation by/ Tradotto da Alessandro Isopo)

Tilt-A-Whirl (Hungry Ghost, 2001) e` un album di compromesso. Il notevole spunto melodico di Man Overboard e gli arrangiamenti eleganti di On Closer Inspection e Float Away testimoniano che Keating sta proseguendo il suo solitario cammino artistico.

Tilt-A-Whirl (Hungry Ghost, 2001) is a transitional album. An impressive melodic hook in Man Overboard and elegant arrangements in On Closer Inspection and Float Away continue Keating's lonely journey.
What is unique about this music database