Alan Licht


(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Love Child: Okay? , 6/10
Sink The Aging Process , 6/10
Run On
Max Factory: Tudor City , 6/10
Evan Dando Of Noise , 6/10
Two Nights , 6/10
Mercury , 6/10
Hoffman Estates , 6/10
Our Lips Are Sealed , 6/10
Gerry Miles With Alan Licht And Haino Keiji , 6/10
Rabbi Sky , 6.5/10
Plays Well , 6.5/10
A New York Minute (2003), 6/10
Everydays (2008), 6.5/10
Links:

Run On's guitarist Alan Licht concentrated on anarchic and dadaist noise with the lengthy improvisations of Sink The Aging Process (1994), Rabbi Sky (1999) and Plays Well (2001).
If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
Scroll down for recent reviews in english.
Il chitarrista Alan Licht inizio` la carriera di chitarrista d'avanguardia nei Love Child. Il gruppo esordi` con due insoliti singoli, Love Child (Trash Flow, 1990) e Love Child Plays Moondog (Forced Exposure, 1990), seguiti dall'album Okay? (Homestead, 1991), da altri due singoli, Six of One (Homestead, 1992) e Stumbling Block (City Slang, 1992), e infine dall'album Witchcraft (Homestead, 1992).

Il trio che registra Okay? (Homestead, 1991), Will Baum, Rebecca Odes e Alan Licht, si ispira alle UT, che si scambiavano gli strumenti di brano in brano. Il disco comprende 21 brani della durata media di due minuti ciascuno, costruiti su ritornelli e cadenze elementari, ma tutti detonati improvvisamente da dissonanze sconclusionate. L'atteggiamento e` sarcastico, da giullari provocatori di strada piu` che da intellettuali dei sottoscala.
Baum e` il compositore principale: la filastrocca oltraggiosa di Sofa, cantata da Odes nel registro di una bambina, il power-pop di He's So Sensitive e Nice Toes, nonche' Telegram nello stile dei Modern Lovers e Things I Noticed, una scipitezza alla B52's. Ma anche una ballata filosofica come End Of The World, che chiude il disco con tanto di fanfara di fiati.
Odes contribuisce la poetica ballata di Cigarette Ash, il girotondo infantile di Church Of Satan (per sola chitarra acustica) e Willpower, che viene trasformata dai riff di chitarra in un travolgente rock and roll.
Licht, forte di uno stile chitarristico prepotente e spettacolare, impersona invece il punk del gruppo. Licht scrive infatti Start To Smile e What It Breeds rock and roll epilettico nello stile degli Heartbreakers, marchiati a fuoco dai riff incandescenti della sua chitarra Non meno scalmanata, Ain't That So impiega persino un organo. Sua e` anche una ballata nevrotica alla Neil Young, Slow Me Down. Nello strumentale 2 da` anche un saggio della sua abilita` alle corde. La quantita` di idee, se non la loro esecuzione, e` impressionante.

Baum viene estromesso (per tendere troppo al pop, una pulsione che sfoghera` nei 9-Iron) e i Love Child cambiano personalita`. Il pop adolescenziale e minimale di Witchcraft ricorda i Beat Happening. Sull'album si avverte qualche inflessione alla Blake Babies in filastrocche per ragazzina come Obsessive Compulsive, ma il baricentro e` una forma di psichedelia molto disordinata, che in Stumbling Block si esprime alla "shoegazer", ovvero con una violenta distorsione modulata in primo piano, e nella sterminata jam strumentale di The Rose Is A Thorn (nove minuti) lambisce gli eccessi cacofonici dei Red Crayola. Odes fonde le due personalita` (quella intimista/adolescenziale e quella selvaggia/lisergica) nel marziale crescendo di Six Of One, arrampicandosi sulle note come una Grace Slick in versione timida. Quando s'impossessa lui del microfono, Licht propende invece per un'energia piu` concentrata, come nel travolgente garage-rock di Permission e nella piu` orecchiabile, ma non meno chiassosa e incalzante, Something Cruel. Al gruppo non mancano ne` doti pirotecniche nell'architettare imprevedibili e anarchiche partiture strumentali ne` doti melodiche nel comporre canzoncine invitanti.

Nel frattempo Licht aveva gia` registrato Mask Of The Light (Ecstatic Peace, 1991) e Clear To Higher Time (Ecstatic Peace, 1993) con i Blue Humans (formati nel 1988 dal chitarrista jazz Rudolph Grey, dal sassofonista Arthur Doyle e dal batterista Beaver Harris, e gia` titolari di un album dal vivo del 1990). Il primo comprendeva anche il percussionista Rashied Ali e Jim Sauter dei Borbetomagus. Il secondo disco con Licht, registrato dal vivo nel 1991, e` il tour de force che ne rivela appiena la statura di chitarrista. Grey e Licht, accompagnati soltanto dal batterista Tom Surgal, si scatenano in sarabande free-jazz a tutto volume. I feedback piu` stridenti dominano il baccanale di Movement (a cosmic whirlwind of dissonance), lo strimpellio frenetico di Lightning (supersonic hard-rock a` la Helios Creed) e Finally (an Hendrix-ian orgy of fractured glissandoes and riffs), o la scossa elettrica di Under Power (a prolonged dirty droning of distorted guitars). I venti minuti di Clear To The Higher Time (a free-form maelstrom of violent guitar noise at random tempi) attenuano l'intensita` del sound, ma non la scontrosita` delle dissonanze. Le composizioni sono tutte di Grey.

Poi Licht aiuto` anche Tara Key a registrare Bourbon County (Homestead, 1993). A nome proprio uscirono i singoli Calvin Johnson Has Ruined Rock For an Entire Generation (18 Wheeler, 1994) e The Protocols of the Elders of Zion (Crank Auto, 1994), che e` una parte di Betty Page, anteprima dei due lunghi assoli raccolti su Sink The Aging Process (Siltbreeze, 1994). Il secondo, Betty Page, gia` pubblicato in forma provvisoria sulla compilation Breathe on the Living (Locust, 1990), e` un pezzo geometrico ma immerso in una cacofonia apparentemente anarchica (ottenuta muovendo un cacciavite fra le corde). L'altro brano, Polarity, e` una "cover" di un brano dei Minutemen, ma ben poco rimane dell'originale.

Nel 1994 si uni` ai Run On di Rick Brown e Sue Garner, con cui ha dato un paio di capolavori del noise-rock.

Licht suona anche con i Max Factory, con i quali ha registrato Tudor City (Ecstatic Yod, 1995).

La sua stagione maggiore ha inizio con Evan Dando Of Noise (Corpus Hermeticum, 1997), e con i duetti con Loren Mazzacane Connors su Live In New York (New World Of Sound, 1996), registrato nel febbraio 194. Two Nights (Road Cone, 1996), Mercury (Road Cone, 1997).

Su Hoffman Estates (Drag City, 1998) il produttore Jim O'Rourke gli affianca un gruppo di veterani dell'avanguardia rock e jazz (Rob Mazurek degli Isotope 217, Josh Abrams e Darin Gray dei Brise Glace, Rick Rizzo degli Eleventh Dream Day). Il risultato e` un disco che oscilla fra jazz-rock e free-jazz, un disco insolitamente "professionale" per l'anarchico Licht.

Our Lips Are Sealed (Pure/RRR, 1997), con il sassofonista Tamio Shiraishi, e Gerry Miles (Atavistic, 1997), con Haino Keiji, sono altre collaborazioni fra sperimentatori. Il secondo e` un'opera gotico-medievale che appartiene piu` alla musica classica che a quella rock.

Licht's next solo album, Rabbi Sky (Siltbreeze, 1999), a tribute to his Jewish heritage, contains one of his most complex (almost painful) compositions, Rabbi Sky, and one of his most daring guitar improvisation, All Blues.

Plays Well (Crank Automative, 2001) contains two lengthy meditations on sound: Remington Khan (his longest composition ever) and The Old Victrola, a series of (noisy) variations on a Captain Beefheart song (impossible to recognize) including a disco section and an operatic aria.

Licht has also published the essays of "An Emotional Memoir of Martha Quinn" (Drag City Books, 2002)

A New York Minute (XI, 2003) is a double-disc anthology of compositions that touch on many aspects of Licht's career. After the disposable 15 minutes of radio weather reports collaged in A New York Minute, Licht ventures into Freaky Friday, a guitar piece that sounds like vibrations of the cables of the Brooklyn Bridge, or some of Alvin Lucier's brainwave music, or Pauline Oliveros' accordion-based "deep listening" music. The second disc comprises two lengthy live meditations for guitar: 14 Second Fifth is 37 minutes of wavering drones (a 14-second loop of a fifth) and a new version of Remington Khan is almost 39 minutes of soothing, tinkling guitar tones that slowly coalesce into melodic and rhythmic patterns, as if Riley's In C mutated halfway into a folk song and then into a tribal dance (at 24 minutes the progression ends and the remaining 14 minutes build up to a loud distortion).

In France (2004) is another live with Loren Mazzacane Connors.

Text Of Light (Starlight Furniture, 2004) is a collaboration among guitarists Alan Licht Sonic Youth's Lee Ranaldo, turntablists Christian Marclay and DJ Olive, drummer William Hooker and saxophonist Ulrich Krieger. Text Of Light released the triple-disc Metal Box (2006), including the 58-minute 052202 Tonic/020103 RAW.

Licht joined Rob Mazurek's Mandarin Movie that debuted with Mandarin Movie (2005).

In France was recorded live in January 2002.

The EP Willow Weep And Moan For Me (july 2004) documented a live jam with Tetuzi Akiyama and Oren Ambarchi.

Everydays (Family Vineyard, 2008) is a collaboration with digital soundsculptor Aki Onda that contains the 14-minute Tiptoe for field recordings, horn samples and post-rock guitar, one of Onda's most exhilarating compositions.

(Translation by/ Tradotto da Paolo Latini)

Il successivo album solista di Licht, Rabbi Sky (Siltbreeze, 1999), un tributo alle sue origini ebree, contiene una delle sue composizioni più complesse (quasi dolorosa), Rabbi Sky, ed una delle sue improvvisazioni di chitarra più provocanti, All Blues.

Plays Well (Crank Automative, 2001) cotniene due lunghe meditazioni sul suono: Remington Khan (la sua composizione più lunga di sempre) e The Old Victrola, una serie di (rumorose) variazioni su una canzone di Captain Beefheart (impossibile da riconoscere) incluse una sezione disco e un'aria operatica.

Licht ha anche pubblicato il saggio "An Emotional Memoir of Martha Quinn" (Drag City Books, 2002) 

A New York Minute (XI, 2003) è un doppio disco antologico di composizioni che toccano tutti gli aspetti della carriera di Licht. Dopo i 15 minuti di previsioni del tempo radiofoniche, incollate insieme su A New York Minute, Licht si avventura in Freaky Friday, un pezzo per chitarra che suona come le vibrazioni dei cavi del ponte di Brooklin, o come della musica da onde elettriche cerebrali di Alvin Lucier, o la musica da "ascolto profondo" per accordion di Pauline Oliveros. Il secondo disco comprende due lunghe meditazioni live per chitarra: 14 Second Fifth sono 37 minuti di ronzii ondulanti (un loop di 14-secondi di un quinto) e Remington Khan sono quasi 39 minuti di una cascata di toni di chitarra tintinnanti che lentamente si coagulano in un patterns rimtici e melodici, come se In C di Riley mutasse a metà strada un una canzone folk e poi in una danza tribale (dopo 24 minuti la progressione finisce, e restano 14 minuti riempiti da una rumorosa distorsione).

YMCA (2011), recorded in march 2004, was Licht's first solo release since 2003's A New York Minute.

Four Years Older (Mego, 2013) documents two versions of a a solo electric guitar piece: Four Years Earlier (19:30, recorded live in december 2008) and Four Years Later (15:30, recorded in december 2012).

We Thought We Could Do Anything (february 2013) was a collaboration with Yeah Yeah Yeahs' drummer Brain Chase on electronics.

Tomorrow Outside Tomorrow (november 2014 - Mego, 2016) reunited the guitar trio with Tetuzi Akiyama and Oren Ambarchi, along with Rob Mazurek (cornet) and contains the 21-minute Blues Deceiver and the 19-minute Tomorrow Outside Tomorrow.

Henry Kaiser and Alan Licht recorded Skip To The Solo (august 2015) with a rhythm section.

(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

What is unique about this music database