Nothing Painted Blue
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
A Baby A Blanket A Packet Of Seeds, 6/10
Power Trips Down Lovers Lane, 7/10
Placeholders, 6/10
Future Of Communications, 5/10
Franklin Bruno: A Bedroom Community , 5/10
Emotional Discipline, 6/10
The Monte Carlo Method, 6/10
Franklin Bruno: Kiss Without Makeup , 5/10
Franklin Bruno: A Cat May Look at a Queen , 5/10
Links:

If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me. Provenienti dall'hinterland di Los Angeles, i Nothing Painted Blue di Franklin Bruno sono un complesso di power-pop intimista e intellettuale.

L'album d'esordio, A Baby A Blanket A Packet Of Seeds (Jupa, 1990), era passato inosservato, cosi' come il loro primo brano, Go To Waste (scritto nel 1988 ma comparso soltanto nel 1991 su una compilation), e l'EP Bellyspeak (Jupa, 1991), sul quale figurano il punk-pop alla Ramones di K For Karnival e una lunga contorta ballad come Foundation Slips (Jupa, 1990), tutti brani contrassegnati da ritornelli orecchiabili; cosi' come i diversi EP a 7" usciti a nome di Bruno, da Hermetic Geometry (Baby Huey) a The Irony Engine (Walt), e le cassette, sempre a nome di Bruno, fra cui Logorrhea (Shrimper), con l'honky-tonk caracollante Up w/Upland, e Suggestion. Ma tutte le canzoni meritavano di figurare nella vetrina del nuovo pop artigianale.

Il pop nevrotico di Few (Scat, 1992) e il folk-rock solare di Swivelchair (Kokopop, 1992) aprirono la stagione matura.

A far parlare la stampa fu il secondo album, Power Trips Down Lovers Lane (Shimmy Disc, 1993), registrato con Jay Burns dei Giant Sand al basso. Peace Dividend, Block Colors, Storefront, Campaign Song e White Bicycles sono il prototipo di una canzone arguta e orecchiabile, forse fin troppo programmatica, piu' da dotto cantautore che da complesso di strada. La scuola e' comunque quella dei Buzzcocks, come nel caso dei Flop. Ma i Nothing Painted Blue sono il progetto di un cantautore, non di un rocker, e di un cantautore che e` piu` autore che cantante.

Su Placeholders (Scat, 1994) non mancano cosi' episodi ancor piu' barocchi in quel loro melodismo mediato attraverso gli XTC, verboso fino alla nausea, come Couldn't Be Simpler e Can't Function, Career Day e Masonic Eye. Echi di Costello risuonano dappertutto, dalla disincantata e ironica Drinking Game all'incalzante e malvagia Spread Your Poison.
Il singolo contemporaneo After The Housewarming (Anyway, 1994) e` troppo frenetico e convulso per poter ben figurare nella discografia del gruppo.

L'EP Future Of Communications (Scat, 1995), preceduto dal singolo Control Freak, continua quella evoluzione verso un sound sempre piu' lambiccato che adesso incorpora anche il folk-rock arioso degli REM (Sorely Tempted, che era gia` uscito su singolo), il febbrile strimpellio dei Feelies (A Shaky Start) e si concede avventure nell'hard-rock progressivo (Vengeful As Hell) e nel blues da saloon (Haunted House).

Bruno ha anche pubblicato un album solista, A Bedroom Community (Simple Machines, 1995), e l'EP A Sand Dollar Relief Map (Shrimper, 1996). Peter Hughes e' attivo nei Diskothi-Q.

Emotional Discipline (Scat, 1997) e` una compilation dei loro singoli, dal punk-pop alla Ramones di K For Karnival all'honky-tonk caracollante Up w/Upland dal pop nevrotico di Few al folk-rock solare di Swivelchair. I Nothing Painted Blue possono mettere insieme un interessante "greatest hits", ma forse nessuno dei loro album e' all'altezza della loro fama underground.

The Monte Carlo Method (Scat, 1998), primo vero album in quattro anni, non cambia il problema di fondo: Bruno e` troppo intellettuale per potere essere anche un vero musicista rock, e troppe canzoni sembrano esistere soltanto per consentire i voli pindarici delle sue liriche. Banditi i cambi stilistici all'interno della stessa canzone, la musica di Willingness e Off The Face si e` pero` ulteriormente rafforzata e anche composizioni oblique come Collage Elements e Cathexis stanno in piedi indipendentemente dai testi. Ogni brano fa venire in mente un classico del rock alternativo: Yo La Tengo, Pixies, Cure, ... Ma nessuna canzone e` il classico che Bruno va testardamente cercando dagli esordi.

Franklin Bruno's second solo album, Kiss Without Makeup (Absolutely Kosher, 2000), is clever and witty, but rarely finds the right balance between lyrics and music, and when it does (Just Because I'm Dying) Bruno comes through as a cocktail-lounge entertainer, not an alternative rock bard.

Jenny Toomey and Calexico perform Bruno compositions on Tempting.

Bruno's third solo album, A Cat May Look at a Queen (Absolutely Kosher, 2002), composed while he was working on his PhD thesis, contains unpretentious vignettes of ordinary teenage life (Dashboard Issues) that diminish his stature as a songwriter.

John Darnielle of the Mountain Goats and Franklin Bruno of Nothing Painted Blue joined forces in Extra Glenns and released Martial Arts Weekend (Absolutely Kosher, 2002). Years later they changed name in Extra Lens and released Undercard (Merge, 2010). Both were largely irrelevant.

(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

What is unique about this music database