Picasso Trigger
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Fire In The Hole , 6/10
Bipolar Cowboy , 6/10
Links:

I Picasso Trigger sono un gruppo di Raleigh (North Carolina), formato nel 1989 dalla cantante Kathy Poindexter e dalla chitarrista Lisa Cooper che continua la tradizione del college-pop locale. La scena e` dominata dall'"urlatrice" Poindexter, capace di alternare urla da malata mentale a bisbigli soavi come Kat Bjelland, mentre Cooper scolpisce riff del piu` grezzo punkrock. Il singolo del giugno 1991, Cupcake Cowboy/ Devil Beats His Wife (Jettison) l'EP Plutonium (Jettison, 1992) e il singolo Valentine/ Calling God (1993) sancirono l'ascesa di Kathy Poindexter fra le eroine del foxcore, grazie al suo strillo da ragazzina viziosa e sfrontata e ai suoi testi al vitriolo che mettono a nudo la condizione degli adolescenti. Dal canto suo Lisa Cooper strimpella la chitarra con il fare amatoriale del primo punkrock, senza neppure provare un assolo.

Fire In The Hole (Alias, 1994) annovera piu` pose che musiche, con Poindexter contesa fra la strega di Rub A Dub e la ninfetta di Queenie. A loro credito vanno soprattutto degli sprazzi in cui imitano le Go Go's piu` selvagge (We're Going Down su tutto) e i sette minuti di jamming scatenato di Count To 10. Il metodo di Rub A Dub e We're Going Down e` elementare: un baccanale disordinato sul quale la cantante blatera nel modo piu` selvaggio per un paio di minuti. Queenie avrebbe potuto essere un anthem dell'era punk. Un riff appena piu` decente e una cadenza piu` subdola impreziosiscono Expect, l'unica melodia che si possa definire tale si trova in T.V. Mind. Dopo tanto massacro delle convenzioni musicali, arrivano i sette minuti di Count To 10, un'orgia di nastri, trombe, voci trovate e distorsioni.

Sul mini-album T'ain't (Alias, 1994) Poindexter affina le sue armi vocali, che si riducono a un vagito roco tutto d'un fiato quasi incomprensibile fra cori omicidi in Lo-Fi Tennessee Mountain Angel e a un urlo emesso fra spasimi atroci sui riff spigolosi della chitarra in Red Headed Retard. Il pressapochismo del blues di Kiss Me Where It Counts e il girotondo alla Frightwig di Infinite Belching Baby Boy sono forse i brani piu` musicali della loro carriera. La produzione, sempre approssimativa, da garage, e` a sua volta uno slogan implicito di indipendenza e indifferenza.

Quella forma strepitosa anima le sceneggiate piu` selvagge e divertenti di Bipolar Cowboy (Alias, 1995): Serve This, Riot Grrrls Taste Like Chicken, City Slut Slander.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
What is unique about this music database
Permission is granted to download/print out/redistribute this file provided it is unaltered, including credits.
E` consentito scaricare/stampare/distribuire questo testo ma a patto che venga riportata la copyright