Rachel's
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Handwriting , 7/10
Music For Egon Schiele , 6.5/10
The Sea And The Bells , 7/10
Selenography , 6/10
Full On Night, 6/10
Systems Layers (2003), 5.5/10
Links:

Post-rock was clearly more "instrumental" than "vocal", and Rachel's merely formalized this fact with an all-instrumental format and a chamber ensemble built around Rodan's guitarist Jason Noble, pianist Rachel Grimes and viola player Christian Frederickson. Handwriting (1995) augmented the rock trio with strings and keyboards, but, rather than aiming for an orchestral sound, it downplayed the multitude of "voices" in favor of an artful exploration of timbres, while the narrative languished somewhere between the Clubfoot Orchestra's dark soundtracks (minus the expressionistic overtones) and the Penguin Cafe' Orchestra's minimalist dances (minus the nostalgic and exotic factors). By the time of The Sea And The Bells (1996), this somber hybrid had evolved into hermetic and severe avantgarde music.
(Translated by/ tradotto da Federica di Liberto)

Formed in Baltimore, when the cassette Rachel's Halo was released, chamber ensemble Rachel's is made up of about fifteen/twenty classical and rock musicians. Led by viola-player Christian Frederickson, who also worked for the Turtle Bluff Orchestra, by guitarist Jason Noble (also with Rodan) and by pianist Rachel Grimes, the band started to record in 1995 with Handwriting (Quarterstick), which included old compositions for string quartet and new "songs" (among which Full On Night). A mournfully decadent quality, which reminds me of certain silent film soundtrack atmosphere, prevents me from placing them in the new age, to which, moreover, it belongs in spirit. In 1995 Grimes composes the music for the ballet Music For Egon Schiele. Their style becomes even more austere, featuring a piano confined to a few parts of nervous impressionistic background sound. At the centre of the work there is a Promenade marked by almost gloomy composure. Yet the tone of the record is expecially propitiated by the first Self and Second Self method, two programmatic tracks where the melody of the viola lies on the abundant hum of the piano. Within this psychoanalytical chamber music, we can place the rapt trance of Family Portrait, the halting walzer of Egon and Edith, the decadent languor of Wally Egon & Models, all marked by comely nightmares and still hallucinations.

Formato nel 1991 a Baltimore, quando usci` la cassetta Rachel's Halo, l'ensemble da camera Rachel's comprende da una dozzina a una ventina di musicisti classici e rock. I Rachel's sono fra i gruppi che hanno tentato la fusione fra rock e classica (non nella forma ma nel metodo) e fra composizione e improvvisazione. I loro pezzi sono pezzi da camera, ma eseguiti con la chitarra rock. I loro pezzi sono composizioni, ma lasciando spazio per l'improvvisazione tipica del jazz e del rock. La loro e` semplicemente una nuova forma di musica strumentale, che funge da ponte fra il romanticismo del diciannovesimo secolo, la musica popolare del ventesimo e l'avanguardia del ventunesimo prossimo venturo.

Guidati dal violoncellista Christian Frederickson, attivo anche nella Turtle Bluff Orchestra, dal chitarrista Jason Noble (che suona anche nei Rodan) e dalla pianista Rachel Grimes, il gruppo esordi` su disco con Handwriting (Quarterstick, 1995), che raccoglieva vecchie (1991-1994) composizioni per ensemble da camera (Southbound To Marion, Saccharin, Seratonin, la sonata per pianoforte di Frida Kahlo, Handwriting per soli archi) e qualche jam di jazz notturno (i dodici minuti di M Daguerre). Il disco e` coronato dai 14 minuti della suite Full On Night, per chitarra, pianoforte, percussioni ed elettronica. Una qualita` mestamente decadente, che ricorda un po` l'atmosfera delle colonne sonore dei film muti, impedisce di classificarlo nella new age, a cui peraltro appartiene in spirito.

Rachel Grimes is also the bassist of Hula Hoop, a more conventional rock band that released The Loveliest Ring of Saturn (Silver Girl, 1996).

Grimes compose poi la musica per il balletto Music For Egon Schiele (Quarterstick, 1995). Lo stile si e` fatto ancor piu` austero, con il pianoforte relegato a parti di nervoso e impressionista sottofondo. Al centro dell'opera e` una Promenade di una compostezza quasi funebre. Il tono del disco e` pero` forse propiziato soprattutto dal metodo di First Self e Second Self, due pezzi programmatici in cui la melodia della viola si distende sul brusio a dirotto del pianoforte. Nell'ambito di questa musica da camera psicanalitica si situano l'assorta trance di Family Portrait, il valzer zoppicante di Egon & Edith, il languore decadente di Wally Egon & Models, tutti contrassegnati da leggiadri incubi e immobili allucinazioni.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me. I Rachel's diventano piu` che una semplice occasione di far musica fra amici. The Sea And The Bells (Quarterstick, 1996), che annovera 17 musicisti, completa la parabola verso una musica da camera d'avanguardia che e` parente soltanto lontana dei dialetti del Novecento. Rhine & Courtesan fa pensare a una musica rinascimentale eseguita nello spirito minimalista della Penguin Cafe` Orchestra, e Cypress Branches si apre con un minimalismo nervoso degli archi alla Michael Nyman prima di perdersi in descrittivismo tardo-romantico; ma il cuore del disco sono ardue meditazioni filosofiche al pianoforte come Tea Merchants, adagi pastorali lasciati fluttuare nel nulla come All Is Calm, brani di puri effetti timbrici come With More Air Than Words e Night At Sea, e pezzi complessi, al limite del serialismo, di una qualita` allucinata, come The Voyage Of Camille e His Eyes.

Ermetica e austera, la musica di Rachel's appartiene ormai di diritto alla tradizione cameristica dell'avanguardia.

Noble is also a member of Shipping News.

Selenography (Touch & Go, 1999), recorded over the previous two years by an ever changing line up which revolves around the three main composers, showcases the group at its technical peak, although it lacks the youthful imagination of the early albums. Mellow melodies are arranged for piano and string section, mostly in a new agey king of setting. Best tracks are perhaps On Demeter, with its flavor of nocturnal jazz, An Evening Of Long Goodbye, a minimalist experiment, and The Mysterious Disappearance of Louis LePrince, a parody of movie soundtracks.

Selenography (Touch & Go, 1999), registrato nell'arco di due anni da una formazione mutevole attorno ai tre leader, cristallizza il sound in una forma solenne e marziale di folk per pianoforte e sezione d'archi, una forma di musica strumentale che e` al tempo stesso melodica e pittorica, ma sulla falsariga piu` della musica new age che della musica classica.
L'operazione dei Rachel's si presenta adesso sterile: una timida sovrapposizione di temi da colonna sonora (che i Clubfoot Orchestra facevano meglio), citazioni neoclassiche (che Univers Zero e Art Zoyd facevano infinitamente meglio) e post-rock strumentale (che i Don Caballero fanno meglio). E` facile classificare la loro musica in generi musicali, mancano invece le idee.
La French Galleasse, il Kentucky Nocturne (guastato dalla batteria) e la Honeysuckle Suite (intonata da un clavicembalo barocco) sono bozzetti disimpegnati ma suonati con il piglio dell'auditorium. Quando gli arrangiamenti degli archi prendono il sopravvento sul pianoforte, come in Forgiveness, la musica muta in romanza appassionata.
Soltanto la miscela di musica dissonante, jazz notturno e musica da camera romantica di On Demeter, l'armonia sospesa in maniera minimalista di An Evening Of Long Goodbye e la parodia delle colonne sonore di The Mysterious Disappearance of Louis LePrince lasciano sperare in qualcosa di piu` sostanzioso e meno ripetitivo.
Rachel's Full On Night (Quarterstick, 2000) contains two extended compositions: Full On Night (a reworking of an old composition) displays their equal dexterity with both jazz (the ensemble theme, the experimental solos, the noisy coda) and classical music (the piano ballad, the violin sighs); The Precise Temperature Of Darkness is a more experimental remix done by Matmos. As the song title says, Rachel's is about the "precise temperature" of music.

Systems Layers (Quarterstick, 2003) collects music composed for a theater company, and suffers from the fragmented format of such collaborations, but also introduces new compositional techniques, developed under the influence of Matmos. Found sounds and field recordings are used through the recording, although in an overly austere and discrete manner.
The best vehicle for Rachel's is still the antinomy romantic/bleak that permeates their longer chamber pieces. Here, it is on display in the way the dark, oppressive, somber, almost funereal mood of Moscow Is In The Telephone, Esperanza, Water From The Same Source, Expect Delays, is tempered by delicate melodies (alternatively carried by the piano, violin, cello). The ensemble builds a texture, and an instrument, or a combination of instruments, dissolves it, like a ray of sun that breaks through a menacing fog. Rachel's music truly shines at the border between romanticism and expressionism. The most romantic moment of this faux romanticism is the piano sonata Anytime Soon.

(Translation by/ Tradotto da Walter Consonni) Full On Night (Quarterstick, 2000) dei Rachel's comprende due lunghi brani: Full On Night (il rifacimento del loro classico) mette in evidenza la loro pari abilità sia con il jazz (il motivo d'insieme, gli assoli sperimentali, la coda noisy) che con la musica classica (la ballata per piano, gli struggimenti di violino); The Precise Temperature Of Darkness è un remix più sperimentale eseguito dai Matmos. Come dice il titolo del brano, i Rachel's sono impegnati a misurare la "temperatura precisa" della musica.

(Tradotto da Paolo Latini)

Systems Layers (Quarterstick, 2003) raccoglie musica composta per una compagnia teatrale, e soffre della frammentarietà di un simile lavoro, ma contribuisce anche ad introdurre nuove tecniche compositive, sviluppate sotto l'influenza dei Matmos. Found sounds e field recordings sono usati in tutta la registrazione, ma in un modo altamente austero e discreto.
Il miglior mezzo per i Rachel è sempre l'antinomia romantico/cupo che permea i loro più lunghi pezzi da camera. Qui, è chiaro il modo in cui le scure, oppressive quasi funeree sonorità di Moscow Is In The Telephone, Esperanza, Water From The Same Source, Expect Delays, vengono temperate da melodie delicate (alternamente suonate al pianoforte, al violoncello e al violino). L'ensamble costruisce tessiture, e uno strumento, o una combinazione di strumenti, la disfa, come un raggio di sole che irrompe tra una fitta nebbia. La musica dei Rachel brilla veramente al confine tra romanticismo ed espressionismo. Il momento più romantico di questo faux romanticism è la sonata pianistica Anytime Soon.

What is unique about this music database