Shark Quest


(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Battle Of The Loons, 7.5/10
Man On Stilts , 6/10
Gods And Devils (2004), 6/10
Links:

Gli Shark Quest sono un combo strumentale della North Carolina (precisamente di Chapel Hill), composto di veterani della scena locale che hanno partecipato a innumerevoli gruppi underground. Il leader e` il chitarrista Laird Dixon e il gruppo e` fondamentalmente ispirato alla tradizione dei complessi strumentali da spiaggia guidati dalla chitarra. Ma la tradizione viene messa a soqquadro da diversi elementi: prima di tutto dagli altri strumenti, che comprendono altre chitarre (quelle di Scott Goolsby), violoncello e basso (Chris Eubank), pianoforte, mandolino e banjo (Sara Bell), e percussioni assortite (Groves Willer); poi dal piglio delle loro performance, che e` sui generis nel senso in cui lo furono quelle di gruppi come Raybeats e Pylon, passando per i Feelies, gruppi che ossificavano l'armonia togliendole tutto il brio dell'assunto e lasciandole una fisionomia cadaverica a meta` fra film noir e devoluzione.
Battle Of The Loons (Merge, 1998) e` l'album di debutto. Le fondamenta delle loro armonie nascondono elementi di country e surf, nonche' tocchi sfumati di musica arabo-tzigana e tecniche rubate al folk di mezzo mondo. In rari casi il gruppo si abbandona all'improvvisazione/ meditazione fine a se stessa (Kool's America, 5 Dollars), e sono quelli forse ispirati al racconto, ma per lo piu` i brani sono focalizzati attorno a un nucleo ben definibile, e pertanto accessibili. I brani piu` accessibili sono quelli che ispirano alla musica da film, come Lunch At Sara's (con una romantica melodia nel violoncello), e quelli che si librano in danze vorticose, come Dead Turkey Gulch, un po' country e un po' persiana.
Fra le composizioni piu` sperimentali, invece, il carillon minimalista in crescendo di Baii e la glaciale vivisezione della canzone di Armadillotron a tratti fanno venire in mente una Penguin Cafe` Orchestra in versione piu` scanzonata e popolaresca. Alcuni temi slittano in maniera impercettibile da un tono a un altro, come lo strimpellio ipnotico e lievemente dissonante di Blake Carrington, che cresce in un passo da danza di guerra Ventures, o il madrigale rinascimentale di Ellen's Theme, che si scopre essere una serenata francese.
L'idea e` accattivante e l'esecuzione eccellente.
If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

Shark Quest have a hard time matching the magic of their debut album with their sophomore effort, Man On Stilts (Merge, 2000). The experimental and accomplished style displayed on the former is a little too fractured and compromised on the latter.

Gods And Devils (Merge, 2004), another instrumental work, is more effective in shuffling the structural elements of its pieces, producing an "estranged" effect that evokes the best results of the first album.

What is unique about this music database