Think Tree
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Like The Idea , 6.5/10
Links:

I Think Tree sono un quintetto di Boston formato dai tastieristi Krishna Venkatesh e Paul Lanctot, dal batterista Jeff Biegert, dal chitarrista Will Ragano e dal cantante Peter Moore. Dopo il singolo Hire A Bird e l'EP del 1988 Eight/Thirteen (Think Tree) divennero una delle istituzioni locali. Passarono pero` quattro anni prima che uscisse il loro album di debutto, Like The Idea (Caroline, 1992).
Titolari di un bizzarro "folk industriale", in cui tanto filastrocche da banda di jug (Monday Am First Thing) quanto arringhe veementi da hardcore (Holy Cow) vengono arrangiate con basi cacofoniche, hiphop, sinfoniche, house, e infarcite di divagazioni elettroniche, che talvolta (Everything Is Equal) lambisce una sorta di synth-pop dissonante e talaltra (Break That Mirror) ripropone sonorita` "progressive" del techno-rock, i Think Tree rappresentano l'annelo di congiunzione fra il gergo subnormale e subadolescenziale dei Butthole Surfers e quello colto degli ensemble elettronici. Il migliore di questi travestimenti e` forse Rattlesnake, che ruba ai Camper Van Beethoven o ai Violent Femmes una gag di country acustico e la arrangia con contrappunti da colonna sonora western (e tracce di melodismo alla Fleetwood Mac). Episodi tutto sommati minori sono quelli di funk-rock (Porcupine Coat e Eye For Eye), in cui si sente l'influenza dell'ultimo Zappa, e quelli di world music (Living Room).
Capaci di "mix" tumultuosi che combinano Stravinsky, Coltrane e Foetus (fino alla musica "totale" di Break That Mirror, di campionamenti che incorporano qualunque detrito della civilta` musicale (fino ai pastiche "varesiani" di All We Like Sheep e Manther), i Think Tree indulgono in un misto di arte pop e di estetica post-moderna.
If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
What is unique about this music database