Menswear
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Nuisance, 4/10 Links:

I Menswear furono l'ennesimo gruppo britannico degli anni '90 a balzare in prima pagina prima ancora di aver firmato un contratto discografico. Questa volta la novita` stava nel rispolverare (per la millesima volta) la civilta` mod, e nelle pose (ancor meno originali) del leader Johnny Dean.

I singoli I'll Manage Somehow (Laurel), un'indegna scopiazzatura di Backwater dei Meat Puppets, e Daydreamer, una versione per scolaretti dell'idea di Line Up degli Elastica che era a sua volta rubata ai Wire, si dimenticano dopo cinque minuti, tanto sono familiari i riff e i ritornelli su cui poggiano, e l'album Nuisance (Laurel, 1995) fa acqua da tutte le parti, sia che imiti i Monkees (Little Miss Pinpoint Eyes) sia che imiti gli Small Faces (Around You Again). Tracce dei Cream in 125 West 3rd Street, di David Bowie in Stardust e del soul "bianco" in Hollywood Girl non bastano a trasformare un pezzo inerte di materia in arte.

We Love You (Laurel, 1996)

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
What is unique about this music database
Permission is granted to download/print out/redistribute this file provided it is unaltered, including credits.
E` consentito scaricare/stampare/distribuire questo testo ma a patto che venga riportata la copyright