Paradise Lost


(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Lost Paradise , 6/10
Gothic, 6.5/10
Shades Of God , 5/10
Icon , 5/10
Draconian Times , 5/10
One Second , 4/10
Host , 4/10
Paradise Lost (2006), 3/10
Links:

La triade del doom metal Britannico, capitanato da My Dying Bride e Cathedral, venne completata dai Paradise Lost, i meno dotati dei tre.

La voce di Nick Holmes e` l'elemento che nobilita Lost Paradise (Peaceville, 1990), un album che per il resto si ispira troppo esplicitamente ai Black Sabbath (via Trouble e Candlemass) anche se con brani relativamente sperimentali come Rotting Misery, che, riallacciandosi ai Celtic Frost, cercano una via all'horror meno scontata del death metal. Il sound di fattura orchestrale che prende il sopravvento sul successivo Gothic (1991) si riallaccia al rock progressivo e a quello classicheggiante di vent'anni prima, dall'ouverture sinfonica della title-track alla mini-coda strumentale di Desolate passando per Eternal.

Stabilito in tal modo un nuovo standard di doom metal, i Paradise Lost tornano a cercare nuove strade espressive con l'hardrock raffinato di Shades Of God (Music For Nations, 1992), con canzoni piu` melodiche e curate (Mortals Watch The Day e As I Die).

Il successivo Icon (1993), con Embers Fire e Shallow Seasons, sancisce la svolta commerciale; una direzione confermata su Draconian Times (Music For Nations, 1995) da brani come Enchantment e Last Time, con dovizia di tastiere e campionamenti. Il formato si e` ridotto alle canzoni di tre minuti, la rabbia si e` attenuata in strutture piu` composite e il posto delle maledizioni infernali e` stato preso dal sogno di diventare i nuovi Metallica.

If English is your first language and you could translate the Italian text, please contact me.
One Second (Music For Nations, 1997) found Paradise Lost mutated into a commercial group that plays gloomy synth-pop, like a cross between Depeche Mode and Sisters Of Mercy (Say Just Words).

So Much Is Lost is the leading single of Host (EMI, 1999), and album that doesn't even have a face to save. The commercial sell-out that started with Draconian Times is only a belated proof that the Paradise Lost had no musical talent.

Paradise Lost (2006) is a perverse and monotonous repeat of their worst cliches to the point of self-parody.

(Translation by/ Tradotto da Claudio Vespignani)

One second (Music For Nations 1997) vede compiuta la metamorfosi dei Paradise Lost in complesso commerciale che suona un synth-pop malinconico, una sorta di incrocio fra Depeche Mode e Sisters of Mercy (Say just words).

So Much Is Lost e' il singolo trainante di Host (Emi 1999), un disco di cui non c'e' proprio nulla da salvare. La svolta commerciale iniziata con Draconian times e' solo la dimostrazione tardiva della mancanza di talento nei Paradise Lost.

Not much changed with In Requiem (2007), Faith Divides Us - Death Unites Us (2009) and Tragic Idol (2012), albums that continued to mine the sophisticated sound of Draconian Times with little imagination. (Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

What is unique about this music database