Ride
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
Nowhere , 7/10
Going Blank Again , 5/10
Carnival Of Light , 5/10
Tarantula , 6/10
Hurricane #1, 5/10
Only the Strongest Will Surive , 4/10
Links:

Ride adjusted the cliche` of shoegazing music to the era of raves on Nowhere (1990).
If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
I Ride si formarono a Oxford nel 1988, in pieno boom di dream-pop, shoegazing e "Mad-chester". Appena ventenni, Mark Gardener (canto) e Andy Bell (chitarra) iniziarono la saga che li avrebbe portati al successo con una serie di canzoni caratterizzate da distorsioni chitarristiche, ritornelli elementari e battiti da ballo, man mano abbellendo le armonie vocali e indurendo il sound: Chelsea Girl e Close My Eyes (sull'EP d'esordio del gennaio 1990 per la Creation), Like A Daydream (sull'EP Play dell'aprile 1990).

La ricerca timbrica e atmosferica dei Ride approda cosi` al sound levigato di Nowhere (Creation, 1990). Quello di Polar Bear, la piu` psichedelica del lotto, Nowhere, l'unica palesemente dissonante, e soprattutto Paralysed, quasi classicheggiante nella sua perfezione formale, e` un genere raffinato fino a non essere piu` un tipo di musica ma soltanto la definizione astratta di quel tipo di musica. La materia grezza proviene dall'acidrock (Seagull fa persino pensare alle epopee hippie degli It's A Beautiful Day, e Decay e` un'esagerazione degli effetti sonori impiegati dal folkrock psichedelico), ma rielaborata fino a disinnescarne del tutto la componente emotiva. Manca cosi` una melodia che valga la pena di essere ascoltata, ma forse lo scopo non era di fare canzonette ma di comporre canzoni per effetti di studio. Soltanto Vapour Trail indovina un ritornello decoroso e Taste si lancia in una cadenza un minimo trascinante (alla Stone Roses).

Unfamiliar (sull'EP Today Forever) e la lunga Leave Them All Behind precedono il secondo album, Going Blank Again (Sire, 1992), sul quale svettano soprattutto gli episodi pop, Twisterella e Making Judy Smile, a conferma che, sfoltita degli effetti sonori, si tratta sempre della solita musica leggera britannica. Time Of Her Time e Cool Your Boots sono se non altro canzoni mature e professionali. Ma sempre di canzoni si tratta, nonostante le promesse del primo album.

Abbandonato il sottofondo di droni chitarristici, vengono a galla infatti stereotipi abusati fino alla nausea sul terzo album, Carnival Of Light (Creation, 1994). La conversione al pop commerciale frutta ben poco (Birdman). Composizioni piu` complesse, come lo strumentale Rolling Thunder e la lunga Moonlight Medicine, conservano ben poco del caos creativo del primo album.

I ragazzi stanno invecchiando e sono alla disperata ricerca di una personalita`. Tarantula (1996) rende omaggio alle radici americane, sia nelle scosse da boogie sudista di Black Nite Crash sia nell'epos composto alla Blonde On Blonde di Sunshine, sia nello spaziale deliquio alla Byrds di Walk On Water, sia nel blues-rock di The Dawn Patrol, sia nel soul-rock organistico di Deep Inside My Pocket, sia nella delicata ballad acustica di Castle On The Hill, sia nell'atmosferico "country & swing" di Ride The Wind. psichedelici (Dead Man)

I Ride non ebbero idee particolarmente originali, ma fusero tutto cio` che era di moda il giorno in cui si formarono. In tal modo, comunque, i Ride riuscirono a inventare un genere che e` immune non al dolore, ma al piacere. In tal senso con loro culmino` (o tocco` il fondo, a seconda dei gusti) la parabola della retro-psichedelia britannica.

Il chitarrista Andy Bell ha poi formato gli Hurricane #1 (Sire, 1997) con il cantante Alex Lowe e il bassista Will Pepper dei Thee Hypnotics. Canzoni come Lucky Man, Step Into My World e Chain Reaction fanno pensare a timidi epigoni degli Oasis, mentre Just Another Illusion sembra uscita da un disco degli Stone Roses e Monday Afternoon, Stand in Line e Faces in a Dream sono ispirate dagli La's. Only the Strongest Will Surive (Sire, 1999) is more of the same (Only the Stongest Will Surive, Rising Sign, The Greatest High, Remote Control), just a little simpler. Not a coincidence that Bell will join Oasis.

Mark Gardener formed Animalhouse with vocalist Sam Williams. They disbanded after the EP Small (2000).

These Beautiful Ghosts (2005) was Gardener's first solo.

What is unique about this music database