Texas
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

Southside , 6/10
Mother's Heaven, 5/10
Ricks Road , 4/10
White On Blonde , 4/10
The Hush , 4/10
Links:

L'album Southside (Mercury, 1989) porto` alla ribalta il quartetto scozzese dei Texas, che vi suonava un roots-rock di stampo americano, pescando a piene mani dalle tradizioni country, folk-rock e blues-rock.
L'accompagnamento atmosferico di chitarra acustica di Ally McErlaine, in particolare i languidi guaiti di slide, e` la spina dorsale di armonie spartane e financo spettrali che possono pero` dilatarsi all'improvviso in jam strumentali di una violenza allucinata e in arringhe country con cadenze trascinanti da discoteca (I Don't Want A Lover). Ma la mente musicale e` forse il bassista John McElhone, un veterano (ex Altered Images) che ha bazzicato l'ambiente del synth-pop. Dal canto suo Sharleen Spiteri e` capace di esprimersi anche nel registro rock ed esistenziale di Stevie Nicks (Thrill Has Gone).

Una produzione "modernizzata", aggiornata cioe` al ballabile e alla magniloquenza degli U2, rovino` tutto. Sul successivo Mother's Heaven (Mercury, 1991) lo "shout" intenso e melismatico della cantante svetta sugli arrangiamenti elettronici e sui ritmi funky della title-track e si presta bene tanto a propellere schegge rock and roll (Beliefs) quanto a cesellare blues drammatici (This Will Be Mine) e ritornelli country-rock (In My Heart).

Accentuando le inflessioni country e gospel Spiteri fini` cosi` nelle sabbie mobili del generico Ricks Road (Mercury, 1994), anche se qualche imitazione di Bonnie Raitt (You Owe It All To Me) ha i suoi pregi.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Translation by/ Tradotto da xxx)

Se sei interessato a tradurre questo testo, contattami

White On Blonde (Mercury, 1997) marked a 180 degree turn for Texas. Instead of their popularized Americana, the album offered a blend of orchestral pop, soul, hip hop and funk. The radio friendly Black-eyed Boy (in the style of the old Tamla girl-groups), Say What You Want, Drawing Crazy Patterns and Halo turned it into a million seller. Suddenly, Texas were stars, although they were not Texas anymore.

The idea was pushed to the extreme on The Hush (Mercury, 1999), a sexy, lushy, elegant tribute to the Abbas and the Bacharachs of world charts. The band takes on pop (In Our Lifetime, Day After Day), soul (Move In) and, last but not least, disco (Tell Me The Answer, Summer Son).

What is unique about this music database