Woob
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )

1194 (Instinct, 1995), 7/10
Woob 2, 6/10
4495 (Time), 6/10
Journeyman: National Hijinx (2003), 5/10
Links:

I Woob (Paul Frankland) si sono elevati dalla massa dei neo-neo-neo-ambientali con 1194 (Instinct, 1995), o, meglio con il suo primo brano, On Earth, mezz'ora di elettronica esotica e impressionista, l'equivalente sonoro dei quadri di Gauguin e Rousseau. Il poema sinfonico si snoda attraverso quattro movimenti: il primo etnico, condotto da tabla e cantilenare mediorientale, il secondo cosmico, di elettronica per spazi intergalattici, il terzo tribale, per ritmi e versi di giungla, e il quarto metafisico, con la voce lasciata a fluttuare nei silenzi siderali. Odonna ("soltanto" tredici minuti), soffiata dentro un vellutato mantra cosmico, Wuub, nel segno della world-music elettronica di Jon Hassell, e Strange Air, collage di rumori concreti, pasticciano un po' con i generi di moda senza pervenire a risultati originali.

Woob 2 (Emit, 1996) e` stato registrato da un complesso di quattro musicisti. Il suono e` neoclassico, grazie soprattutto a un pianoforte a coda.

4495 (Time) approfondisce gli studi sul collage e sulla musica etnica. < ANAME=nat>

Paul Frankland then switched to a new project, Journeyman, whose National Hijinx (Ntone. 2003) continued Woob's program by incorporating just about every fashionable cliche' of the type.

Paul Frankland's Woob delivered the exotic and impressionistic 1194 (1995), ambient house's musical equivalent of Gauguin's and Rousseau's paintings.
If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
What is unique about this music database