Peter Ackroyd

(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
IN PREPARAZIONE/ IN PROGRESS

, /10
Links:

Peter Ackroyd, c;asse 1950, e' uno scrittore che si e' specializzato in miscele di storia e fantasia. Dopo "T.S.Eliot: A life" e "The last testament of Oscar Wilde", dedicati ad aspetti minori o immaginari dei due grandi scrittori, Ackroyd ha scritto "Hawksmoor"(86), la cui azione era sdoppiata in due tempi, il diciottesimo secolo (nel quale un emerito sconosciuto realizza le chiese che saranno accreditate all' architetto Hawksmoor) e il presente (nel quale un detective indaga gli omicidi commessi in quelle chiese).
"Chatterton"(87) e' un viaggio nel tempo ancor piu' avventuroso. Un poeta maledetto del nostro tempo scopre un ritratto e alcuni manoscritti dai quali risulta che Chatterton, il poeta prodigio morto diciottenne nel 1770, in realta' visse molto piu' a lungo, e continuo' a produrre poesia di altissimo livello sotto il nome di altri grandi poeti del passato. L' intera vicenda si svolge all' insegna del "falso", del contraffatto, del mistificato: sia il suo datore di lavoro sia sua moglie vivono di falsi artistici (libri e quadri, rispettivamente). L' intera societa' sembra reggersi su una palese mancanza di identita'. D' altronde lo stesso ritratto (reale) di Chatterton da cui ha origine il libro e' in realta' il ritratto di Meredith, che accetto' di posare per il pittore Wallis. Queste storie misteriose, reali e immaginarie, collegate al fato di Chatterton, sono intrecciate e rivisitate nel testo di Ackroyd.
Hawksmoor
1. Nicholas Dyer è un architetto del diciottesimo secolo, coevo di Wren, intento a costruire chiese nella Londra flagellata dalla peste. Dyer, che scrive nello stile di Blake, è un fedele della religione satanica, ed obbedisce ai suoi riti. Suo assistente ai lavori è Walter Pyne, suo servitore a casa Nat Eliot, sede della direzione è Scotland Yard. Ad illuminarlo nella sua fede fu il visionario Mirabilis, che, si diceva, fosse in grado di tenere lontana la peste e gli istillò un credo che datava dagli evi più remoti della preistoria. Oggi Dyer costruisce le sue chiese riflettendo i simboli arcani della sua fede, ed ha bisogno di compiere sacrifici umani per consacrare le sue costruzioni. Il primo è quello di Thomas Hill, che cade mentre sta lavorando con lui. 2. In epoca moderna (scritto in inglese contemporaneo) un ragazzino, di nome Thomas Hill, scompare nei pressi della stessa chiesa di Dyer. 3. La seconda vittima di Dyer è un povero vagabondo, che si rivela essere un tipografo fallito di Bristol. 4. In epoca moderna, il barbone Ned lascia l’ostello, dove dormono i disperati come lui, per andare a girovagare intorno ad una chiesa di Dyer, e vi muore. Ackroyd alterna un capitolo in stile arcaico ad uno in stile moderno, uno dedicato agli omicidi di Dyer ad uno dedicato alle morti misteriose di oggi: gli eventi d’allora sembrano propagarsi a quelli di oggi. 5. La folla superstiziosa teme la setta di Dyer, benchè non conosca nulla dei sacrifici umani; Dyer stesso deve guardarsi dai suoi operai. La nuova vittima è un ragazzino di nome Dan: mentre passeggia con Wren, che, invece, è un moderno razionalista, incontra un pazzo che gli profetizza la venuta di un giustiziere di nome Hawksmoor. Dyer sospetta che il collega Hayes trami contro di lui e che sia l’autore delle lettere anonime che lo minacciano; pertanto, decide d’eliminarlo. 6. Nick Hawksmoor è un ispettore di Scotland Yard, che viene incaricato d’investigare sui misteriosi strangolamenti compiuti nei pressi delle chiese di Dyer; il suo assistente si chiama Walter Payne … Tutti gli omicidi hanno in comune il fatto che l’omicida non ha lasciato la minima traccia. Il padre di Nick Hawksmoor è un demente (ricoverato in manicomio), che gli parla con apprensione di lettere anonime e colpe misteriose … Prima Thomas Hill, poi il vagabondo Ned, vengono ritrovati esattamente dove, secoli prima, Dyer uccise i loro omonimi. 7. Dyer uccide Hayes, poi, per la prima volta, va con una prostituta. 8. Hawksmoor, ritrovato un altro cadavere, allestisce una caccia in grande stile; è turbato dagli eventi, tanto da preoccupare Walter. Fra le mille lettere di mitomani che riceve, Hawksmoor ne trova una più interessante, con una figura arcana, che rappresenta una pianta delle chiese presso cui sono stati commessi gli omicidi, ed una frase criptica; lo stesso disegno era stato fatto da un barbone presso il luogo del delitto. 9. Dyer scopre che il suo pezzo di carta con quel disegno è stato trafugato: hanno ritrovato il cadavere di Hayes, e Walter è scomparso. Nottetempo Dyer si traveste da barbone, e va a colpire di nuovo; il giorno dopo va a trovare Walter, che, in preda ad una forte febbre, gli rivela d’aver scoperto le sue losche attività, e di essere lui, non Hayes, l’autore delle missive: sconvolto da ciò che ha scoperto, desidera la morte. Ma Dyer continua imperterrito a progettare nuove chiese sulla base dei suoi simboli mistici. 10. Hawksmoor decide di cercare il vagabondo che aveva tracciato il simbolo misterioso: il suo atteggiamento, però, non convince i superiori, che decidono di togliergli il caso e d’affidarlo a Walter. 11. Walter è morto e Nick è colto da febbre intensa; sentendo approssimarsi la fine, va a morire nella sua ultima chiesa, e vi muore. 12. Hawksmoor è malato, ma nel delirio intuisce quale sia l’elemento comune a tutti gli omicidi: Nick Dyer; pertanto, va a visitare l’ultima chiesa di Dyer e vi muore.
If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )