William Golding


(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions )

, /10
Links:

William Golding

If English is your first language and you could translate my old Italian text, please contact me.

Close Quarters (1987)
Dal premio Nobel inglese si attendono sempre racconti morali sulla bestialita' degli umani. "Rites of passage"(80), il romanzo precedente, accoppiava due singolari caratteristiche: era ambientato al principio del secolo scorso, ed era scritto sotto forma di diario. A scrivere il diario era un giovane imbarcato su un vascello nel mezzo dell' Oceano Atlantico, testimone della misteriosa morte di un sacerdote anglicano. "Close quarters" ne e' la continuazione, questa volta centrata sulle personali esperienze del giovane, che alla fine sara' maturato e potra' dire di aver compiuto un viaggio di iniziazione. L' allegoria della "nave" e del "viaggio" e' troppo risaputa per poter catturare l' immaginazione piu' di tanto. L' abilita' dello scrittore non compensa la mancanza di idee.
Inheritors
Un gruppo di uomini di Neanderthal conduce la propria vita semi incosciente. Il vecchio Mal muore, ed il giovane Lok tenta invano di imitare lo strano fenomeno che rendeva Mal così potente, il pensiero. Ignoti esseri bianchi irrompono nella loro quieta esistenza, ne uccidono molti e rapiscono un neonato ed una ragazza. Lok e Fa, unici sopravvissuti, spiano stupiti le attività intelligenti di questi esseri e tentano invano di riprendersi la ragazza ed il neonato; alla fine Fa verrà uccisa e Lok si lascerà morire. Nell’ultimo capitolo si scopre che gli uomini bianchi sono scappati dopo che il loro odiato capo ha rapito una bella ragazza: lei ha perso il figlio neonato e, per compensarla, uno di loro ha pensato di portarle quel neonato neanderthaliano e, per scherzo, ha portato anche la ragazza; hanno sterminato il microcosmo di Lok per un capriccio, e sono degli esseri amorali, e sono loro i civilizzati; i semplici sentimenti di Lok e Fa sono destinati a scomparire.
Darkness Visible
Matty è un bambino che sopravvive ad un incendio, ma a prezzo di un’orrenda deformazione del viso; in qualche modo ne viene contagiato anche il suo animo. In collegio scopre la passione pedofila d’uno degli insegnanti, Pedigree, e l’attenzione d’uno degli allievi, Henderson, e, di fatto, causa la morte di questi, che precipita nel vuoto mentre tentava d’entrare nella camera di Pedigree: quest’ultimo viene accusato della morte, espulso ed imprigionato. Matty inizia a lavorare, ed attraversa una crisi mistica che lo porta a domandarsi "chi sono" e "per cosa sono"; ossessionato da allucinazioni e fantasmi, si sente predestinato a servire Dio: intanto Pedigree è diventato un pericolo pubblico, le madri temono che rubi i bambini dai loro passeggini. Sophy e Tony Stanhope sono due gemelle, ammirate da tutto il vicinato per la loro grazia e la loro bellezza, ma Sophy scopre presto il potere del sesso, e Tony si dà alla politica; Sophy ispira il crimine e finisce per architettare un colpo magistrale, che coincide con un attentato terroristico della sorella. Il colpo fallisce e Matty resta ucciso, ma Pettygree l’incontra risorto, e se ne vanno insieme.
Romanzo oscuro cupo, intricato, parabola morale senza morale, vuoto morale, assenza di Dio, male senza limiti: Sophy è demoniaca, Pedigree un patetico reietto condannato a ripetere il suo peccato, Matty un angelo dannato. La dannazione attende tutti, ma Pedigree e Matty ne saranno immuni. Perché.
Darkness visible

Christopher Martin, ufficiale navale, riesce miracolosamente a salvarsi quando la sua nave viene silurata; lottando disperatamente e con fredda lucidità contro gli elementi, riesce ad aggrapparsi ad una roccia deserta. Riesce a conquistarsi giorno dopo giorno il diritto di sopravvivere grazie al suo ingegno ed alla sua tenacia, tanto pervicaci da lambire il diabolico. I flashback descrivono la sua personalità come gretta, meschina, invidiosa ed egoista.

Martin odiava Nathaniel, suo rivale nel corteggiare Mary, la ragazza che lui aveva stuprato e che Nat, ignaro, voleva invece sposare. Il suo epico eroismo si rivela sempre più frutto d'un feroce cinismo, d'una smodata autoesaltazione. Il motivo per cui si tiene aggrappato a quella roccia è la cupidigia di vivere; nel suo delirio emergono, uno dopo l'altro, i crimini tentati e commessi, e così si scopre che, al momento del siluramento, stava progettando l'omicidio di Nat. La sua lotta per la sopravvivenza scaturisce dal rifiuto assoluto di Dio: Martin crede soltanto in sé e nei piaceri che la vita gli può ancora dare. Piano piano perde lucidità e, infine, ha un'allucinazione in cui Dio gli parla: lui lo rifiuta, lo ripudia, lo schifa, "defeco sul tuo paradiso", e preferisce riconoscersi pazzo e cadere nell'oceano piuttosto che ammettere l'esistenza di Dio. Alla fine si scopre che è stata tutta un'allucinazione: Martin languì a lungo in casa d'un certo Campbell, il quale ora si domanda titubante se quell'uomo potesse essere considerato un sopravvissuto e se la sua vita è tutta lì: un breve, sconnesso delirio nell'eroico sforzo di protrarre il più possibile la propria esistenza.


Lord of the flies

Un gruppo di bambini su un'isola deserta sono i superstiti d'un conflitto atomico: Piggy, grasso, occhialuto ed asmatico, e` l'intellettuale; Ralph, forte e deciso, viene eletto capo; Simon, mite ed introverso, e` il mistico; Jack, autoritario, comanda un gruppo che viene adibito alla caccia; Roger, fedele di Jack, e` il piu` aggressivo. I primi problemi riguardano la suddivisione dei compiti e l'elezione del capo: in ogni assemblea parla chi ha in mano una conchiglia, che rappresenta l'ordine e la democrazia (soffiando in essa, Ralph richiama i suoi sudditi); Piggy e` pieno di buon senso ed ispira Ralph ad ordinare che sulla montagna venga sempre tenuto acceso un fuoco, come segnale per le navi di passaggio, che si costruiscano delle capanne sulla spiaggia. Alla saggezza di Piggy, schernito per il suo nome e gli occhiali, s'oppone sin dall'inizio l'irruenza di Jack. Le bestie, provenienti l'una dall'acqua e l'altra dall'aria, seminano la paura tra i bambini, ma (come il fuoco e la conchiglia, che dovrebbero tenere uniti) sono simboli, miti, che spezzano l'equilibrio della comunita`, facendo emergere gli istinti nascosti: quando questi miti perdono il loro valore, serpeggia la ribellione, ed il primo ad esserne vittima e` Simon, il filosofo, che ha capito che il male e` dentro di loro, che l'unica minaccia e` rappresentata dalla loro stessa natura; poi Jack "diserta", trascinando dalla sua parte tutti meno Piggy; e Piggy e` la seconda vittima: quando Jack gli ruba gli occhiali, Ralph va a reclamarli, nonostante abbia al suo fianco il solo Piggy, ma Roger uccide Piggy, e Ralph e` costretto a scappare e nascondersi. Jack organizza una grande battuta per catturarlo, e quando, ormai ferito e sfinito, rinuncia a fuggire ancora, Ralph incontra dei marinai che sono stati attratti dal fuoco appiccato alla foresta da Jack per snidare Ralph, e tutti i bambini scoppiano a piangere.

Il romanzo e` un susseguirsi di simboli sulla natura umana, sul nesso tra uomo civile e selvaggio: le danze dei cacciatori, le meditazioni di Simon, la ferocia di Roger, l'impotenza di Piggy e, soprattutto, la grande caccia finale all'uomo e la fuga disperata di Ralph inseguito dai selvaggi, condensano il significato finale della storia.

(Copyright © 2013 Piero Scaruffi | Legal restrictions )