Ionesco

(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
IN PREPARAZIONE/ IN PROGRESS

, /10
Links:

Ionesco, Amedeo

 

Amedeo e Maddalena sono sposati da dodici anni, e da dodici anni sono chiusi in casa, in assoluto isolamento, giorno e notte. La causa è un cadavere, che è custodito in una stanza attigua a quella in cui si svolge tutta la commedia, e che ha la proprietà, oltre che di non putrefarsi, d'ingrandirsi senza limiti, sino a sfondare la porta ed invadere anche la stanza dei protagonisti. Nel frattempo spuntano, ovunque, funghi (velenosi), e, oltre ad esser disperati per la continua invadenza del morto, i due coniugi sono alle prese con continui litigi dovuti ad un'incomprensione che dura dal primo giorno di matrimonio ["aspettare, ecco cos'è stata la mia vita", "non siamo mai stati felici": sono frasi di lei, che - donna - si sente doppiamente delusa; ma anche lui, nonostante i deboli tentativi di rattoppare la situazione ("se ci amassimo davvero "), ammette un fallimento di fondo]. Il morto ha un significato simbolico: rappresenta la colpa, primitiva ed irreparabile, che è la causa di tutto; essi non sanno né chi è né com'è morto, né perché: forse l'ha assassinato lui perché era l'amante della moglie, forse era soltanto un bambino. La cosa veramente importante è stata soltanto nasconderlo, per dodici anni, agli occhi dei vicini, ma "i morti invecchiano prima dei vini" e presto si rende necessario sbarazzarsene. Uno strano postino, che sale le scale portandosi la bicicletta a spalla, porta loro una lettera, la prima in tanti anni; poi il morto invade la loro stanza e loro decidono di calarlo dalla finestra e buttarlo nel fiume, ma Amedeo lo deve abbandonare per strada e tornare indietro (atterrita dall'idea che quel corpo è sotto gli occhi dei loro vicini, la moglie si domanda: "Ma come fanno a non vedere tutta quella roba?"), ma, improvvisamente, comincia a volare, e si libra sempre più in alto, mentre i vicini dicono pettegolezzi e la moglie lo chiama, lo insulta e si preoccupa per lui.

La colpa s'è ingigantita tra loro sino a richiedere, inevitabilmente, una decisione definitiva di rinascita morale, che però finisce per liberare il coniuge che la formula; si può anche dire che il peccato originale sia cresciuto sino al punto in cui al pentimento s'è aggiunto il sentimento di riparare, momento in cui si verifica l'ascensione al paradiso del caso.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )