Landolfi

(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
IN PREPARAZIONE/ IN PROGRESS

, /10
Links:


Racconti
Moglie di Gogol (’54): Gogol ama una bambola gonfiabile che assume sembianze sempre diverse; Gogol s’ammala persino d’una malattia venerea, prende a schifare la moglie e, alla fine, la fa scoppiare.
Ombre (’56): un ladro s’insinua in una festa in maschera ed assiste all’omicidio d’un uomo da parte della donna che ha sedotto, ma fugge appena in tempo per non esserne incolpato.
A rotoli (’66): un omicida, che ha simulato il suicidio della vittima, non sa decidersi se lasciargli la pistola nella destra o nella sinistra; getta una moneta ed il guardiano, sentendo il rumore, si precipita e l’arresta.
Il bacio (’68): una creatura misteriosa risucchia, nei suoi baci irresistibili, il corpo d’un notaio.
Labrene (’74): sorta di lucertole che ossessionano un uomo, il quale, al trovarsene una addosso, muore; defunto, sente il cugino corteggiare la moglie: resuscitato proprio mentre lo stavano seppellendo, prende a perseguitare la moglie accusandola di tradimento; ma s’è immaginato tutto e finisce in manicomio.
Maria Giuseppa (’37): un uomo perbene violenta la brutta domestica e questa s’uccide.
La morte del re di Francia (’37): l’anziano Tale osserva morbosamente la crescita di Rosalba, la bambina da lui adottata, come se ne aspettasse con ansia la pubertà per approfittarne; quando essa arriva, Tale viene ucciso dalla sua ossessione per i ragni.
Mar delle Blatte [(’39) surreale] Un padre ha la visione del figlio Roberto trasformato in un truce pirata su un vascello; ha rapito la bella Lucrezia, che perde latte dai seni, e dirige verso un’isola misteriosa al centro del mar delle blatte, infestato dagli schifosi scarafaggi; un verme lo sfida a fare l’amore con Lucrezia, e vince; Roberto lo schiaccia e l’equipaggio s’ammutina; gli scarafaggi invadono la nave e Lucrezia si getta fra le braccia di Roberto; il padre chiede perdono al figlio.
L’eterna provincia (’62) Un uomo afflitto da una gamba posticcia decide di vendicarsi di tutte facendo innamorare la più bella di tutte e poi svelandole la sua mutilazione; lei s’innamora, ma sapendo della sua gamba, e, pertanto, non ne è per nulla scossa; e lui s’innamora di lei.
Un concetto astruso (’66) Dialogo senza senso fra insegnante e studenti riguardo alla morte.
Dialogo dei massimi sistemi (’37) Un uomo apprende il persiano da uno sconosciuto, scrive tre poesie in quella lingua, ma scopre che non si trattava del persiano, ma d’una lingua inventata sul momento dallo sconosciuto; quelle tre poesie ne sono l’unico documento e lui è l’unico a poterne giudicare il valore.  
La dea cieca
(’62) Un poeta, che compone estraendo parole a sorte, compone L’Infinito di Leopardi e si domanda se possa considerarsene l’autore; decide poi di sfruttare la sua fortuna alla roulette, ma si rovina.
Dialogo	’37	3
Mar		’39	1
Spada		’42	-
Bigotte		’53	-
Ombre		’54	2
Realtà		’60	-
Società		’62	2
Racconti	’66	2
Chiocciole	’68	1
Labrene	’74	1
A Caso	’75	-
Del meno	’78	-

Racconto d'autunno

Il protagonista giunge, fuggiasco, ad una casa tra i monti; riesce ad entrarvi a fatica, minacciato dalla guardia di due cani, ed innervosito dal testardo nascondersi del padrone di casa. Alla fine questi lo lascia entrare e lo sopita, ma lo controlla a vista, come per precludergli alcune stanze. Incuriosito dal comportamento del vecchio ed avvertendo una presenza femminile nella casa, il fuggiasco cerca di svelare il mistero. Una notte sorprende finalmente il vecchio mentre recita una preghiera stregonesca all'amata e defunta Lucia, che per un attimo si staglia nella fiamma del braciere; scoperto, viene aggredito dal vecchio, che pero` tracolla nel momento di premere il grilletto. Il protagonista fugge, ma torna dopo pochi giorni e trova una giovane vestita come la donna del ritratto, non del tutto sana di mente, che gli racconta l'amore profondo che uni` i suoi genitori, le pratiche sadomasochiste e magiche che sigillarono il loro affetto, il cupo dolore provato dal padre alla morte della moglie, la segregazione in cui era sempre stata tenuta prima della morte del padre quella sera, e, infine, l'amore provato sin dal primo momento per lui, l'uomo che aveva profanato quella segregazione; cosi` s'innamorano, ripromettendosi lui d'aiutarla a dimenticare e a diventare una persona normale. Ma, durante un attacco epilettico, lei lo avverte dell'arrivo dei soldati che poco dopo irromperanno cercando di violentarla; nella lotta lei e` colpita da uno sparo e muore: con le sue ultime parole gli promette, pero`, che si rivedranno, e lo invita a ritornare.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )