Maturin

(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
IN PREPARAZIONE/ IN PROGRESS

, /10
Links:


Melmoth the wanderer

Prima di morire, il vecchio avaro Melmoth chiede al nipote di distruggere il ritratto d'un antenato ed il manoscritto d'un certo Stanton, che narra dome quell'uomo fosse un'incarnazione del Maligno. Poco tempo dopo Melmoth salva, durante un naufragio, don Alonzo di Moncada, il quale, rabbrividendo nell'udire il nome del suo benefattore, inizia il lungo e particolareggiato racconto delle sue disgrazie.

Primogenito, egli viene indirizzato, per un voto materno, alla vita monastica, mentre il fratello Juan viene educato in maniera da odiarlo. Alonzo odia la vita monastica, si ribella, ma deve sottostare agli ordini del padre del monastero, suo precettore; quando Juan si pente e tenta di liberare Alonzo viene ucciso, ed Alonzo cade nelle mani dell'Inquisizione. Fuggito durante un incendio, trova rifugio presso l'ebreo Adonijah, che custodisce degli scheletri ed i manoscritti narranti la sorte di quegli uomini, e che indica in Alonzo stesso il nuovo anello di quella catena d'infelici.

Comincia il racconto dell'indiana: Immalee vive, innocente ed amante della natura che la circonda, in un'isola deserta, ma viene corrotta dallo straniero Melmoth, di cui s'innamora; pur essendo al servizio del Male, egli prova pero` compassione per quell'essere innocente, e, quand'ella e` ormai sua, rinuncia ai suoi scopi maligni ed abbandona l'isola. Immalee viene ricondotta in patria dai suoi, e, tre anni dopo, incontra Melmoth sotto il vero nome di Isidora; a Madrid ella ha conosciuto il cattolicesimo e la vita speculativa che sognava nella sua isola, ma, adesso che conosce le rigide e stupide convenzioni del vivere civile, rimpiange la bellezza della natura. Alla notizia che suo padre sta tornando da un viaggio con un marito per lei, preferisce fuggire con Melmoth ed essere unita a lui in matrimonio da un invisibile eremita nel buio delle rovine in cui vive.

In una locanda don Francisco, il padre di Isidora, ha gia` sentito parlare di Melmoth da uno straniero, che gli narro` la storia di Walbery, defraudato dalla chiesa dell'eredita` del cognato Guzman, e portato sull'orlo della follia dalla conseguente miseria, tentato da Melmoth e salvato infine dal ritrovamento del vero testamento; al termine del racconto don Francisco s'addormenta, e, quando si risveglia, c'e` Melmoth accanto a lui, mentre lo straniero e` morto.

Ma durante il suo viaggio don Francisco Aliaga incontra di nuovo lo straniero, e, pur riluttante, ascolta il racconto di Elinor, che, innamorata di John Sandal, deve rinunciare al suo sogno di felicita` a favore della cugina Margareth a causa dell'ambiziosa madre di John, che (non volendo perdere una cospicua eredita`) convince il figlio d'essere il fratello di Elinor; ciononostante Elinor continua ad amarlo, sia dopo il matrimonio con Margareth, sia dopo la sua morte, quando il vedovo impazzisce nell'apprendere la confessione della perfida madre: la fedelta` di Elinor per John dura sino alla morte di questi, traducendosi in un'assistenza quasi da infermiera per il povero infermo; Melmoth compare per tentarla, ma s'incontra con un sacerdote che lo vide morire, e scompare.

Al termine del racconto lo straniero rivela di conoscere tutti i fatti di casa Aliaga, e, in particolare, di Immalee-Isidora, d'essere Melmoth in persona, e l'invita a salvare la figlia dalle sue stesse grinfie, perche' ogni tanto la pieta` ed il terrore prendono il sopravvento sulla sua ferocia.

Don Francisco giunge a casa quando Elinor e` gia` tornata, anche se si rifiuta di spiegare la sua assenza; segretamente sposata con Melmoth, attende un figlio da lui; tentano la fuga, ma vengono sorpresi dal fratello di Elinor, col quale Melmoth ingaggia un duello: dopo averlo ucciso, e rimproverato don Francisco per non aver dato retta al suo consiglio, se ne va; Elinor e la bambina che mette al mondo sono affidate all'Inquisizione, e nelle sue prigioni ella muore sperando di trovare l'amato in paradiso.

Moncada termina il racconto dell'indiana: non fa in tempo ad iniziarne un altro che compare Melmoth (l'antenato) in persona; dopo un sogno premonitore muore in circostanze misteriose, come se fosse stato trascinato da qualcuno sino al ciglio d'una roccia e poi precipitato nell'oceano.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )