Gloria Naylor

Mama Day (1987)
"Linden Hills", l' opera precedente di Gloria Naylor, mostrava i negri della classe media, felicemente integrati nella societa' dei bianchi, alle prese con una profonda crisi di identita'. "Mama day" e' invece ambientato in una comunita' negra isolata dal resto del mondo. L' eroina lascia l' isola per sistemarsi a New York, ma involontariamente innesca una catena di eventi tragici: sposa un colto yuppie, debole di cuore, con il quale torna al paese, mentre un suo compaesano e' invaghito di lei, e la moglie di questi la vuole morta. L' essenza del libro non sta nella trama, ma nella saga della famiglia di Mama Day, la nonna ultra-centenaria dell' eroina, nella storia del villaggio, e nei rituali magici che vi vengono praticati. Le ambizioni di Naylor sono le stesse di Toni Morrison: trattare dell' amore familiare e del senso di colpa utilizzando uno stile ibrido di folclore, magia e quotidiano. Ma Naylor non sa raggiungere lo stesso equilibrio di stili e la stessa profondita' psicologica.

Permission is granted to download/print out/redistribute this file provided it is unaltered, including credits.
E` consentito scaricare/stampare/distribuire questo testo ma a patto che venga riportata la copyright