Thackeray

(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
IN PREPARAZIONE/ IN PROGRESS

, /10
Links:


Vanity fair

Amelia Sedley e Becky (Rebecca) Shaen lasciano l'istituto per ragazze delle sorelle Pinkerton, l'inflessibile ed autoritaria Barbara e la comprensiva e gioviale Jemina. Amelia, una delle preferite, viene congedata con affetto dalla rettrice e dalle compagne, mentre Rebecca viene trattata da tutti con freddezza. Amelia viene da una famiglia rispettabile, e torna a casa perche' ha finito i suoi anni di studio; Rebecca e` figlia d'un ubriacone e d'una ballerina francese, rimasta orfana, e presa dalla Pinkerton per parlare francese, ma destinata, in seguito al suo carattere sfrontato ed insofferente, come governante presso la famiglia Crawley; Rebecca si ferma comunque una settimana in casa dell'amica, conosce il fratello Joseph (scapolo e timido), e comincia un tenace corteggiamento.

Tra gli amici di casa Sedley vi sono due giovani ufficiali: George Osborne (fidanzato con Amelia) ed il timido William Debbin (figlio d'un droghiere), che - compagno di scuola del debole George - l'aveva sempre protetto dal prepotente Cuff.

Da principio Rebecca e` benvoluta da tutti, ma le sue mire su Joseph le alienano poco a poco le simpatie conquistate, soprattutto quella di Osborne, cosicche', sul punto di vincere la resistenza di Joseph e di diventare una signora, lo perde e ritorna governante.

Sir Pitt Crawley e` un baronetto avaro e volgare, padre di quattro figli avuti da due matrimoni: Pitt (vero capofamiglia), Rawdon (dandy protetto dalla zia), Rose, Violette. Anche qui Rebecca trova il modo di farsi benvolere, soprattutto da miss Matilda Crawley (sorella del padrone) e dal reverendo (fratello) e da sua moglie Martha.

Amelia scrive lunghe lettere a George, che in realta` non ricambia le sue attenzioni: John Osborne, suo padre, e` contrario al loro fidanzamento perche' Crawley non e` piu` suo pari.

Rebecca e` indispensabile in casa Crawley: Pitt e Matilda se la contendono, Rawdon se ne innamora, ed Osborne, nemico dichiarato di Rebecca, lo mette in guardia dalle mire della giovane. Quando lady Crawley muore, il vecchio la sposerebbe addirittura, ma apprende con stupore che e` gia` sposata, e perdipiu` con suo figlio Rawdon.

Mentre, carichi di debiti, Rebecca e Rawdon cercano di rientrare nelle grazie di miss Crawley, il vecchio John Sedley, in parte rovinato da John Osborne, fallisce, e, naturalmente, sfuma il fidanzamento di Amelia, che s'ammala, ma George si presenta per sposarla e Debbin, sinceramente innamorato di Amelia, organizza il loro matrimonio.

Mrs. Bute semina discordia tra miss Crawley e suo nipote, sperando di farle cambiare testamento in suo favore.

Il vecchio Osborne progetta di far sposare il figlio con la ricca ereditiera Rhonda Swartz, ma George difende i suoi sentimenti e, cacciato di casa, sposa Amelia; la coppia fa appena in tempo a trovare Rebecca e Rawdon che il reggimento deve partire: Debbin cerca di convincere il vecchio Osborne a perdonare George, ma questi invece lo disereda.

I coniugi Crawley, i coniugi Osborne, Joseph Sedley e William Debbin si trasferiscono a Bruxelles con il reggimento: George corteggia Rebecca e, vanamente rimproverato da William, perde al gioco con Rawdon, ma si pente al momento di partire per la battaglia.

Durante la battaglia si scopre il vero animo di chi e` rimasto a Bruxelles: Joseph non vede l'ora di scappare e compra a prezzo folle gli unici due cavalli che trova da Rebecca, che pensa di sfruttare l'occasione per guadagnare un piccolo gruzzolo, e fa gia` progetti su come vivere se Rawdon muore; in astio con l'amica, Amelia non mangia e non dorme trepidando per George.

Gli inglesi vincono, ma George muore, e Rawdon viene promosso colonnello. Rebecca e Rawdon si trasferiscono a Parigi, dove hanno un gran successo che, pero`, irrita miss Crawley, la quale s'e` affezionata alla nuova coppia di Pitt Crawley (fratello maggiore) e la mansueta lady Jane Southdown: miss Crawley decide di lasciare loro il suo patrimonio.

Osborne e` distrutto dal dolore, ma non intende riconoscere Amelia, ora madre d'un bambino, George; assistita dal buon Debbin, Amelia ripara a casa dei suoi. Rebecca e Rawdon tornano a Londra e riprendono la loro vita d'avventurieri, lei rubacuori e lui giocatore, trascurando il figlio Rawdon. Sir Pitt Crawley si spegne lasciando il titolo al figlio, che non esita a riabilitare il fratello Rawdon e la cognata ed ex governante Rebecca, ormai avventurieri senza limiti d'ambizione.

Maria Osborne sposa Frederick Bullock, e Jane Osborne rimane sola col padre; un giorno incontra il piccolo George, gli regala una catena d'oro, e ne parla al vecchio Osborne: il vecchio propone ad Amelia di prendersi cura del bimbo, ma la madre non vuol saperne di separarsi dal figlio; d'altronde, le condizioni economiche della famiglia Sedley precipitano di giorno in giorno ed il piccolo, oltre a non poter conseguire l'educazione che compete al suo rango, e` una bocca in piu` da sfamare, per cui, alla fine, Amelia e` costretta ad accettare.

Rebecca naviga in societa` tra una realta` di debiti ed un'apparenza di trionfo mondano: il suo protettore, lord Steyne, le regala soldi e gioielli; Rawdon non sospetta tutta la realta`, ma la scopre quando, per uscire dalla prigione per debiti, deve ricorrere alla cognata lady Jane, mentre a casa sua Rebecca se la spassa con Steyne. I due avventurieri si separano, ma Rebecca e` abbastanza abile da salvare la faccia. Affidato il figlio al fratello Pitt, Rawdon diventa, proprio grazie ai passati complotti di Rebecca e Steyne, governatore d'una regione dell'India.

Debbin torna dall'India per smentire la voce secondo cui sta per sposarsi, e porta con se' il ricco Joseph Sedley; rimasta sola per la morte dei genitori, Amelia si consola con l'affettuosa fedelta` di Debbin; il vecchio Osborne muore dopo essersi riconciliato con Debbin, e proprio quando stava per convincerlo a riconciliarsi con Amelia: nel testamento egli lascia meta` dei suoi averi al nipote George, ma pensa anche a restituirlo alla madre e a svelare a tutti cio` che Debbin fece di nascosto per mantenerli quando nessuno pensava a loro.

Amelia ritrova il suo posto in societa`; ritrova anche Rebecca, ridotta ad una pietosa avventuriera francese, e la perdona, ma l'infida riprende le sue trame: a suon di menzogne e di false lacrime riesce a conquistare il cuore di Joseph, l'amicizia di George, la compassione di Amelia; riesce a seminare zizzania persino tra Amelia e Debbin (che non crede ai pentimenti della disgraziata e vuol mettere in guardia i Sedley), e questi e` costretto a partire e, nonostante tanti anni di fedelta`, a lasciare Amelia per la seconda volta.

Ma e` proprio Rebecca ad aprire gli occhi ad Amelia, a confessarle che suo marito non l'amava e non merita il suo lutto eterno, e che William e` sempre stato il suo angelo custode; la facilita` con cui si puo` far del male ad Amelia spinge Rebecca a farle del bene quasi per dispetto: sposati Amelia e William, Rebecca se ne va portandosi dietro Joseph, che morira` rovinato ma lasciandole una forte assicurazione sulla vita.

Il ritmo del romanzo e` lento, e raramente crea una suspense: molte mosse sono prevedibili, i caratteri perlopiu` scontati. Tutto si svolge nell'aristocrazia, lontano dai quartieri poveri; alla tragedia sociale di quel periodo Thatcherey preferisce la vicenda napoleonica; lo squarcio di aristocrazia e` peraltro notevole, soprattutto nei ritratti dei vecchi patriarchi.

Il romanzo contiene due trame parallele: la vita virtuosa di Amelia e la vita perduta di Rebecca, dalle loro origini in collegio alla loro vecchiaia; ovviamente la vita premia la migliore, che - guarda caso - e` anche la nobile, mentre, per la sua ambizione d'eguagliarla in societa`, la governante e` condannata.

Le decisioni dei suoi stereotipi sono descritte in modo piano e chiaro.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )