Jim Thompson
Harcore (1986)
La pubblicazione di un volume antologico di Jim Thompson ci offre l' occasione di spendere qualche parola in favore di questo scrittore tanto misconosciuto quanto fondamentale nella storia del thriller. Dietro la triade dei padri fondatori del giallo "hard-boiled" (Hammett, Chandler e McDonald) Thompson occupa un posto d' onore. Eppure alla sua morte, nel 1977, tutti i suoi 29 libri, scritti per lo piu' nel decennio del boom (1955-1965), erano fuori catalogo. A tener alta la fiamma erano i registi piu' subdoli, il Peckinpah di "Getaway" (che Thompson scrisse nel 1959) e il Truffaut di "Population 1280" (pubblicato nel 1964), per esempio; nonche' un piccolo culto presso gli ex-adolescenti degli anni Sessanta, quelli che leggevano di nascosto dai genitori e dagli insegnanti i suoi gialli violenti e perversi editi nelle collane per adulti.
I suoi gialli spingono all' estremo la dottrina dell' hard-boiled thriller, ovvero l' assenza totale di moralita' e l' alto numero di omicidi. Alla fine di "Pop 1280", forse il suo capolavoro, lo sceriffo che ha ucciso senza pieta', piu' per il piacere di uccidere che per difendere la giustizia, cerca dentro il mirino della pistola un altro bersaglio, un qualsiasi essere animato a cui sparare, ma e' rimasto l' unico essere vivo in una cittadina ai confini del deserto. In immagini apocalittiche come questa e' racchiusa la filosofia del cannibalismo psicotico che spinge i suoi "eroi" a divorare tutto e tutti fino all' estinzione della specie. All' originalita' dei contenuti va aggiunta una capacita' spettacolare di protrarre la suspence: in "Kill-off" a una pagina dalla fine sono ancora 11 i sospettati, e la storia viene raccontata da ben 12 persone diverse.
Fra gli altri racconti ricordiamo "Wild town", "A hell of a woman", "The killer inside me", "Kill off".

Permission is granted to download/print out/redistribute this file provided it is unaltered, including credits.
E` consentito scaricare/stampare/distribuire questo testo ma a patto che venga riportata la copyright