Turgenev

Nido di Nobili
Abbandonato dalla bella e seducente moglie Varvara, il nobile Fëdor Lavretskij ritorna al suo paese di provincia, agli amici ed ai parenti che si raccolgono attorno a Katilin: Marja, sua zia Marfa, sua figlia Liza, il vanesio Vladimir Panscin, l’anziano maestro di musica Lemm. Marja è cugina di Fëdor e vede di buon occhio il corteggiamento che Vladimir fa a Liza, mentre Fëdor trova il ragazzo insignificante ed ipocrita. Anche Lemm ama segretamente la bella e buona Liza, ma si rende conto di non avere speranze: è lui il primo a capire che sta nascendo l’amore fra Fëdor e Liza. Così Liza rifiuta la proposta di Panscin, gettando nello sconforto la madre; quando Fëdor legge sul giornale che Varvara è morta, pare che per i due innamorati tutto si faccia semplice: scacciata dall’amante, Varvara, invece, torna a casa a recitare la parte della pentita. Marja si propone di riconciliare i due coniugi, e crede d’esserci riuscita; in realtà Fëdor conosce troppo bene la falsità di sua moglie, ma obbedisce al desiderio di Liza, che, a sua volta, annuncia di volersi fare monaca: Panscin l’ha già dimenticata, sedotto dai modi di Varvara, che, infatti, presto se ne va con lui. Così Fëdor e Liza rimangono separati, ciascuno con il proprio dolore, senza che quella separazione sia servita a nulla. If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )