Vittorini

(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )
IN PREPARAZIONE/ IN PROGRESS

, /10
Links:


Il Sempione strizza l'occhio al Fre'ju`s

Il protagonista e` il nonno d'una famiglia di periferia, ormai ridotto, mezzo sordo e semiparalizzato, su una sedia a rotelle: la famiglia si regge sui guadagni di Euclide, sulla raccolta di cicoria della madre e sulle riuscite estemporanee del secondo marito di questa. Il nonno e` un gran peso perche', essendo sempre stato un gran pezzo d'uomo, ha bisogno di mangiare molto, e per far mangiare lui gli altri devono digiunare; la capofamiglia l'ha ribattezzato elefante sia per la mole, sia per l'ingordigia, sia per le imprese giovanili (ha lavorato nei trafori).

Un giorno si presenta un lavoratore che dice d'aver fatto amicizia col nonno vedendolo giorno dopo giorno alla finestra; il vecchio non puo` parlare, ma sembra provare simpatia per muso di fumo, vittima del lavoro sia fisicamente (e` un tisico) sia psichicamente (soffre di solitudine). Durante la festa che regala alla famiglia, lo sconosciuto racconta la vita degli elefanti, di come vadano a morire nei loro cimiteri appena s'accorgono d'essere inutili.

Nei giorni seguenti il nonno si fa ripetere piu` volte il racconto degli elefanti, e, dopo aver appresa la morte di muso di fumo, una mattina esce di casa e se ne va senza dire nulla, neppure trattenuto dai familiari.

If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )