Alice Walker

Scrittrice di colore della Georgia, e' cresciuta nelle zone storiche della disciminazione razziale. E' attivista alla fine degli anni Sessanta, e sulla condizione dei negri pubblica il primo romanzo, "The third life of Grange Copeland"(70). Il secondo romanzo, direttamente influenzato dai disordini per i diritti civili, viene pubblicato soltanto sei anni piu' tardi, "Meridian"(76), mentre sono usciti due volumi di poesie. Nel 1983 pubblica The Color Purple, destinato a diventare un best-seller. E' la storia di una ragazza nera, Celie, che e' stata messa incinta per due volte con la violenza dal patrigno (e che per due volte si e' vista portare via il neonato) e che viene sposata a un vedovo con tre figli. A casa di questi, Celie viene trattata da schiava. Quando la sorella Nettie chiede rifugio, il marito di Celie glielo concede ma soltanto perche' ne e` attratto. Quando Nettie rifiuta la sua corte, lui la metta alla porta e le due sorelle devono separarsi di nuovo. Nettie le scrive, ma il marito nasconde le lettere. Celie intanto assiste impotente ai drammi della sua nuova famiglia: il figlio maggiore Harpo viene disertato dalla moglie, Sofia, che d'altronde maltrattava, il marito si porta in casa una cantante ubriacona che da tempo e` la sua amante, Shug. Shug diventa peraltro la migliore amica di Celie (praticamente prende il posto della sorella scomparsa, che Celie crede ormai morta) e persino la sua amante. Harpo ha aperto un locale notturno con la sua nuova compagna, Squeak, ma durante l'inaugurazione sua moglie Sofia irrompe e fa una scenata di gelosia. Shug scompare improvvisamente, rattristata perche' non sembra esserci redenzione per il suo passato. Sofia finisce in prigione per aver osato opporsi al sindaco e ci rimane per otto anni, finche' non accetta di fare la serva per la moglie dello stesso. Shug, ormai sposata, torna a visitare Celie e scopre per caso che il tiranno ha tenuto nascoste le lettere che Nettie, ora missionaria in Africa, le ha spedito regolarmente (e in cui le comunica anche di aver adottato i suoi figli). Quando il tiranno la sorprende, Celie finalmente si ribella e lo ammazzerebbe se Shug non la fermasse. Celie, Shug, Sofia e Squeak, tutte disgustate dagli uomini, decidono di andarsene insieme sull'automobile del tiranno. Passa ancora un anno, ma poi tutto finisce bene: Celie eredita una fortuna, Shug viene perdonata dalla comunita`, Sofia torna a vivere con Harpo, il marito tiranno di Celie aiuta Nettie e i figli di Celie a tornare. E Celie puo` cosi` finalmente ricongiungersi alla sorella. If English is your first language and you could translate this text, please contact me.
(Copyright © 1999 Piero Scaruffi | Legal restrictions - Termini d'uso )