Per ordinare inserzioni pubblicitarie su questa pagina.


Enciclopedia della Musica New Age, Elettronica e Ambientale

di Piero Scaruffi

O


To advertise on this web page.


Saggi introduttivi | Elenco alfabetico dei musicisti | Discografia/ Discography
A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z

O Yuki Conjugate

O Yuki Conjugate è un quartetto formato alla fine del 1982 da Andrew Hulme e Roger Horberry a Nottingham, che all'inizio comprendeva anche fuoriusciti da altri gruppi del rock d'avanguardia britannico. I loro dischi prendono lo spunto dall'etno-elettronica di Jon Hassell, dalla psichedelia esotica di Jade Warrior, dalla musica ambientale e dal tribalismo techno.

La pagana trance di Into Dark Waters si affida a echi elettronici, ritmi stordenti, voci sensuali, loop incessanti (le cinque composizioni aggiunte nella ristampa di qualche anno dopo sono più palesemente etniche). Peyote, che raccoglie registrazioni dal 1988 al 1990 e impiega vere percussioni, meglio definisce la loro musica evocativa, policromatica, fatta di atmosfere spettrali e di timbri esotici. Una maggior attenzione al dettaglio contraddistingue la musica elettronica di giungla di Equator.

Scene In Mirage (###, 19##) *

Into Dark Waters (Staalplaat, 1986)

riedito come Undercurrents (Staalplaat, 1992) **

Peyote (Multimood, 1991) ***

Equator (Staalplaat, 1994) **



Patrick O'Hearn
Oceanic Tantra

Olatunji

Babatunde Olatunji è un percussionista e cantante nigeriano, riscoperto in epoca moderna da Mickey Hart (il suo primo album aveva fatto scalpore agli inizi degli anni '60 nella comunità del free-jazz). Il suo stile è più moderno della musica tradizionale dell'Africa occidentale.

L'album che lo rivelò in Occidente fu Beat, un tour de force dei suoi "talking drums", per giunta accompagnati dalle percussioni di Airto Moreira e Mickey Hart e dalla chitarra di Carlos Santana.

Invocation contiene sei preghiere di musica rituale degli Yoruba, che raggiungono livelli spasmodici di tensione grazie al call-and-response con il coro e la terrificante tempesta ritmica di Olatunji.

Drums Of Passion (CBS, 1959) *

The Beat (Blue Heron, 1986) (Rykodisc 10107, 19##) **

The Invocation (Rykodisc 10102, 19##) *


Mike Oldfield

Tor Olson

Tor Olson fu uno dei tanti cantastorie ad allietare le serate della lunga estate hippie di San Francisco. Nell'era dei Jefferson Airplane e dei Grateful Dead la Only Alternative And His Other Possibilities di Olson si distinse per lunghe jam improvvisate che rifuggivano dai sensazionalismi dell'acid-rock. In un certo senso Olson suonava new age con vent'anni di anticipo.

Negli anni '90 intraprese la carriera solista nell'ambito di una comune di artisti, reminescente di quelle hippie, sotto la protezione dell'amico ed ex aiutante Phil Hirsh. Picture è un incrocio di world-music (la lunga rapsodia per strumenti brasiliani di Amazon), ballata folk (l'elegia solenne di Geronimo, il canto marziale di Warrior) e gospel (Deva, con coro di lamentatrici e sottofondo elettronico) ancora intriso dell'idealismo degli anni '60. Il suo tenore epico è contrappuntato da cori femminili e punteggiato dalla chitarra. In Picture le parti si capovolgono ed è il coro a intonare l'inno. In tutti i brani domina un melodismo appassionato.

Picture (Clubhouse, 1994) ***


Omicron

One

One è Tino Izzo, musicista italo-canadese di Montreal, laureato in comunicazioni, impegnato dal 1986 nella musica per film. La fama gli giunge nel 1990, quando scrive Darlin per Roch Voisine, destinata a diventare un successo europeo. Per altri artisti pop avrebbe scritto e prodotto diversi album. In pratica soltanto gli album strumentali escono a nome di One, mentre gli altri escono a nome del cantante.

Fu allora che ebbe l'idea di mettersi in proprio e registrare un album strumentale per chitarra, Blue Desires. Il suo stile immacolato, con un minimo di sottofondo elettronico, spazia dal pop di Ghosts Before Breakfast all'armonia astratta di Nympheas, soffermandosi nel sogno astrale di Samba Del Viento (52 sovraincisioni di chitarra), le cui figure eteree sembrano scolpite dentro un sogno di Ottmar Liebert, librandosi nell'aria innamorata di Her Song, sempre con la chitarra a cantare a danzare in primo piano, come in una ballata folk, e perdendosi nei cerchi concentrici dell'evanescente title-track. Benché la chitarra sia lo strumento principe della sua musica, Izzo compone tutta la musica alle tastiere.

Four September Suns prova a vivacizzare il sound con arrangiamenti e ritmi più brillanti, ma riesce soltanto a sprecare la magia di The Rage e A Hero's Goodbye.

Blue Desires (Chacra Alternative, 1992) ***

Decouvre-moi (Virginie, 1993) *

Lynn And The Rebels: One More Chance (Equus, 1993) *

Nancy Martinez: Je Cherche Encore (Equus, 1993) *

Sylvain Cossette: D'Un Jour A' L'Autre (Paradox, 1994) *

Sylvain Cossette: Stronger Than The Sun (Paradox, 1994) *

Four September Suns (Chacra Alternative, 1994) *


One Alternative

Gli One Alternative, un trio di chitarre acustiche (Mark Oppenlander e Peter Sittler) e oboe (Jill Haley), esegue musica molto melodica, quasi barocca, venata di forti accenti jazz ed etnici, sulla falsariga degli Oregon.

Sul primo disco risaltano i temi lirici di Karunda, Alaskan Hushpuppies e l'apoteosi finale di No Need.

Take Note (AC, 1988) ***

Greenlawn (AC, 1989) **

Shadows (Tall Tree, 1990) **


Opafire
Orb
Oregon

Other Music

Other Music furono uno dei primi ensemble di world-music acustica. Prime Numbers era influenzato dal gamelan, mentre Incidents era un disco più folk, con dulcimer e corno francese.

Prime Numbers (Other Music J14, 19##) *

Incidents Out Of Contest (Flying Fish 302, 19##) *


Outback

Gli Outback sono un ensemble panetnico capitanato dai britannici Graham Wiggins al didjeridu e Martin Cradick alle chitarre, che si cimenta in una fusion di elementi celtici, africani, mediorientali e latini.

Sul primo album spiccano le lunghe sonate per didjeridu di Baka e Dingo Go. Sul secondo la più spigliata Cuban Connections e la misteriosa Aziz Aziz.

Baka (Hannibal, 1990) **

Dance The Devil Away (Hannibal, 1992) **


Oxymora

Oxymora fu uno dei primi ensemble a mescolare musica latina, orientale, jazz e classica con l'austerità della musica da camera.

Thundering Silence (Fretless 164, 198#) *