Bad Bunny


(Copyright © 2019 Piero Scaruffi | Terms of Use )
X 100pre (2018), 6/10
YHLQMDLG (2020), 6/10
Las Que No Iban a Salir (2020), 4/10
El Ultimo Tour Del Mundo (2020), 5/10
Links:

Puerto Rican rapper Bad Bunny (Benito Ocasio) fused reggaeton and trap in songs such as Diles (2016), Vuelve (2017), Te Bote' (2017), Mayores (2017), and I Like It (2018) with Cardi B.

A deluge of hit singles led to his debut album X 100pre (2018), which stands for "forever", one of the best-selling albums of Latin trap, mostly crafted by hitmaker Marco "Tainy" Masis; but he also flirted with reggaeton, pop, salsa and soul, making him a global star. It contains La Romana, perhaps the best demonstration of his crooning/rapping skills, and Mia (a collaboration with Drake).

Oasis (2019) was a collaboration with J Balvin that contains the singles Que Pretendes and La Cancion.

In 2020 Bad Bunny was the most streamed artist worldwide thanks to his second album YHLQMDLG (2020), whose title which stands for "Yo Hago Lo Que Me Da La Gana" ("I Do Whatever I Want"). The title is probably the most intelligent thing on the album, mostly produced by Subelo Neo. Safaera is the least predictable and the standout, followed by the traditional reggaeton numbers like Tainy's La Santa and Bichiyal, and another eccentric concoction, Hablamos Manana (with the best coda). Bad Bunny racked up three of the top-ten songs in Spotify's Global 50 (if you trust Spotify's numbers). Las Que No Iban a Salir (2020) collects garbage from from the album sessions.

El Ultimo Tour Del Mundo (2020), mostly produced by Marco "Mag" Borrero, offered more of the same trivial party music, basically 16 cases of dejavu, but certainly masterly produced.

(Copyright © 2019 Piero Scaruffi | Terms of use )
(Translation by/ Tradotto da Damiano Langone)

Il rapper portoricano Bad Bunny (Benito Ocasio) fonde insieme reggaeton e trap in canzoni come Diles (2016), Vuelve (2017), Te Bote' (2017), Mayores (2017) e I Like It (2018), quest'ultima con Cardi B.

 

Una valanga di singoli d'alta classifica apre la strada all'album di debutto X 100pre (2018), il cui titolo in spagnolo si legge "por siempre". L'album, prodotto per lo piŁ da Marco "Tainy" Masis, ottiene un grandissimo riscontro commerciale oltre i confini dell'ambito latin trap, anche grazie a una formula aperta ad altri generi (come salsa, soul e musica pop) e con brani come La Romana (forse la migliore dimostrazione delle doti di Bad Bunny sia come cantante che come rapper) e Mia (in collaborazione con Drake). Il successo dell'intera operazione conferisce all'artista portoricano lo status di star globale. 

 

Oasis (2019), contenente i singoli Que Pretendes e La CanciŚn, Ć un album collaborativo realizzato insieme a J Balvin.

 

Il secondo album, YHLQMDLG (2020), il cui titolo Ć l'acronimo di "Yo Hago Lo Que Me Da La Gana" (ossia, "io faccio quello che mi pare"), Ć prodotto per lo piŁ da Subelo Neo e ha forse proprio nel titolo la cosa piŁ rilevante. Safaera Ć il brano meno prevedibile e anche il migliore, seguito da reggaeton tradizionali come La Santa e Bichiyal (prodotti da Tayni), ma si fa notare anche Hablamos Maľana, un altro bizzarro miscuglio di stili impreziosito da una pregevole coda. In seguito viene pubblicato Las Que No Iban A Salir (2020), che raccoglie gli scarti dell'album precedente.

 

Nel corso del 2020 Bad Bunny diventa l'artista piŁ ascoltato al mondo su internet e riesce a portare ben tre canzoni nelle prime dieci posizioni della Spotify's Global 50 (sempre che si sia disposti a credere ai numeri di Spotify).

 

El Ultimo Tour Del Mundo (2020) non fa altro che riproporre la stesso tipo di musica festaiola e banale con 16 canzoni che sembra di avere gił sentito molte altre volte, anche se il lavoro in fase di produzione (per merito soprattutto di Marco "Mag" Borrero) Ć senza dubbio eccellente.