Jean Rhys



, /10
Links:

Jean Rhys (Dominica, 1894)

"Postures/Quartet" (1928)

synopsis forthcoming

"Wide Sargasso Sea" (1966) +

Antoinette narra la sua infanzia nell’amato paese natale della Jamaica nonostante lei e sua madre, bianche, fossero sempre state perseguitate dai negri, che alla fine appiccarono il fuoco alla loro casa. Sua madre vide bruciare vivo il piccolo Pierre, nato idiota, e tentò di uccidere il secondo marito, il ricco Richard Mason, che aveva invano tentato di convincerla ad emigrare. Antoinette cresce in un collegio di suore ed il suo unico legame con l’infanzia rimangono Christofine, la fedele serva della Martinica che pratica il voodoo, e la zia Cora, mentre la madre è morta in manicomio ed il fratellastro avvocato, Richard Mason jr., gestisce l’eredità paterna, metà della quale fa d’Antoinette un’ambita ereditiera.
Il marito inglese d’Antoinette racconta come l’ha sposata, diventando proprietario di tutto ed accettando di riportarla al paese natale. Fin dall’inizio, però, i negri, in particolare l’ex compagna di giochi Amelie, rinnovano i loro lazzi contro la bianca. Un giorno lui comincia a ricevere lettere di un negro che si professa fratello illegittimo d’Antoinette e gli racconta che lei sarebbe una perfida ed avrebbe già avuto un amante. Questo e altri fatti gettano una luce inquietante sulla famiglia e sul passato della moglie, al punto che lui ne prova repulsione e finisce fra le braccia d’Amelie. Antoinete sente tutto e ne resta umiliata, ma anche decisa a riconquistarlo.
Adesso è lei che racconta di amarlo veramente e di essere stata ferita nel profondo dal suo tradimento. È stato l’ultimo atto di ferocia subito dalla piccola Antoinette nella sua isola. Christophine lo accusa di aver mirato soltanto alla sua dote.
Antoinette è tenuta prigioniera in Inghilterra per ordine del marito e piano piano è fatta impazzire.
I protagonisti si alternano a narrare. All’inizio è un saggio psicanalitico, ma poi infonde folklore caraibico ed il finale è da thriller. L’eroina è metodicamente distrutta dal mondo con ferocia spietata.


Copyright © 2019 Piero Scaruffi | Terms of Use