Upton Sinclair



, /10
Links:

Upton Sinclair (USA, 1878)

"Jungle" (1906)

Jurgis Rudkles emigra in America con un gruppo di lituani, tutti parenti ed amici semplici e felici: i vecchi Antanas (padre di Jurgis) ed Elizbieta (zia della bella Ona) guidano la comitiva; Jurgis ed Ona si sposano certi che la loro vita sarà più ricca; la forte Marija è la più decisa.

Scoprono subito la vera faccia dell'America: trovare un lavoro a Chicago è un'impresa, ed è un lavoro duro, squallido, malsano, mal retribuito; lavorano tutti per l'industria di carne in scatola, che usa mezzi raccapriccianti per sfruttare le bestie fino in fondo; in breve sono tutti schiavi d'un sistema disumano. Fuori del lavoro sono vittime inermi d'ogni sorta di profittatori: comprano una casa firmando un contratto capestro e poi devono lavorare (donne, vecchi e bambini) fino ad uccidersi per non perderla.

Ona mette al mondo un figlio, unica gioia della famiglia, però la loro situazione continua a precipitare: il vecchio e un bambino muoiono, al minimo errore (un facile entusiasmo sindacale) restano senza lavoro e devono adattarsi ai mestieri più umili. Jurgis si ferisce, resta di nuovo senza lavoro e deve ricominciare daccapo; ridotta ai limiti della resistenza, Ona viene violentata dal suo capo, e capisce di poterne trarre vantaggio economico, ma quando Jurgis la scopre, va a picchiare il capo; finisce perciò in prigione, sommariamente condannato, e la sua famiglia perde casa e lavoro. Quando esce dal carcere li trova affamati; ricomincia a lavorare in mezzo ai fertilizzanti, ma Ona muore (sta partorendo ma non possono permettersi un dottore), ed anche il figlioletto Antanas muore annegato in una pozzanghera.

Jurgis fugge ed inizia la vita da barbone; quando un ricco ubriaco gli dà una grossa mancia, se la vede rubare da un barista: s'infuria e finisce di nuovo in carcere. Ne esce gangster e presto diventa l'uomo di fiducia di un boss di Chicago, ma dopo le elezioni viene scaricato e si ritrova a mendicare. Ritrova allora Marija, divenuta prostituta in un bordello, che mantiene tutta la famiglia (un altro bambino è stato mangiato dai topi); Marija gli fa capire che Ona aveva fatto la cosa giusta: una sola di loro avrebbe potuto mantenere la famiglia fin dall'inizio, ma Jurgis trova finalmente un buon lavoro come portiere d'albergo, e s'inserisce nel giro dei socialisti, che stanno crescendo di numero, e con loro ritrova la speranza.

Libro di propaganda che, ricorrendo ad espedienti dickensiani e zolaiani (spinti agli estremi dell'atrocità), denuncia i soprusi dei capitalisti.


Copyright © 2019 Piero Scaruffi | Terms of Use